Whatsapp: dal 2017 non funzionerà più su sistemi operativi datati

Whatsapp Messenger è un client giovane e dinamico. Attento ad una sua capillare diffusione all’interno del contesto mobile, ma anche quale applicazione indipendente basata su servizio Whatsapp Web e come software standalone, non vede più di buon occhio tutti quei sistemi operativi che, a ragion del vero, rappresentano ormai l’oblio di una tecnologia che richiede un perenne aggiornamento nei termini delle funzioni e della sicurezza.

A ragion di ciò, gli esponenti del team Whatsapp hanno deliberato a favore dell’esclusione del supporto applicativo a tutti quei dispositivi che non rientrano nel proprio interesse, con decorrenza attiva a partire dal prossimo 1 Gennaio 2017. Windows, Android ed Apple Phone non sistemi datati subiranno il progressivo abbandono del supporto all’app di messaggistica più utilizzata nel mondo. Stessa sorte per i prodotti della linea Blackberry e Nokia che, a partire da metà anno, non si renderanno più attivi nei confronti del servizio.

Di fatto, secondo le stime, vi sono ancora parecchi utilizzatori “non al passo con i tempi” che continuano a sfruttare un servizio davvero eccezionale offerto gratuitamente ed integralmente con una serie di feature interessanti che prescindono dalla semplice consultazione real-time dei messaggi per rifarsi ad un modello che contempla una sfliza impressionante di funzionalità, molte delle quali sono in arrivo. Non solo messaggi diretti, ma anche gruppi, chiamate, video-chiamate, segreteria e sistemi di condivisione la cui riservatezza è garantita da un servizio integrato di crittografia end-to-end.WhatsApp

Molto probabilmente una serie di caratteristiche che in molti si sognerebbero di abbandonare e che, per diretta conseguenza, potrebbero portare gli utenti della “vecchia scuola” ad un rapido aggiornamento voluto per l’acquisto di un nuovo smartphone che si renda compatibile, in tutto e per tutto, col servizio offerto da Whatsapp Android, iOS o Windows Phone.

Gli utenti che curano le relazioni sociali, sentimentali e lavorative tramite il noto client sono ad oggi più di un miliardo in tutto il mondo e, in tale contesto, l’utilizzo delle piattaforme Whatsapp IM è diventato, per sua stessa capillare diffusione, davvero indispensabile. Ecco, quindi, che tutti coloro che utilizzano sistemi come Android 2.1 e Android 2.2; Windows Phone 7 e iPhone 3GS/iOS 6 dovranno presto correre ai ripari e, diciamocelo, sarebbe pure ora al di la del mero messaggiare (vedi, ad esempio, l’aspetto sicurezza IT).whatsapp blackberry

Stessa sorte, a partire da Giugno 2017, da destinare anche agli utenti BlackBerry, tra cui BlackBerry 10, Nokia S40 e Nokia Symbian S60 che seppur i primi a vedere, nel 2009, l’avvento del platform IM, dovranno rassegnarsi al suo abbandono definitivo. Il Symbian, di fatto, è rimasto l’unico sistema obsoleto in grado di far girare correttamente l’applicazione Whatsapp Messenger.

C’è da chiedersi il perché di questa scelta, per quanto chiaramente identificabile a priori dagli stessi utenti: A rispondere è lo stesso team di sviluppatori che, nel corso di una dichiarazione ha riferito che:

Anche se questi dispositivi sono stati una parte importante della nostra storia, non offrono il tipo di funzionalità di cui abbiamo bisogno per espandere le caratteristiche dell’app in futuro

Del resto, come dargli torto. Forse sarebbe ora, per quei pochi che non sono stati investiti ancora appieno dal progresso tecnologico, passare a soluzioni che conferiscano non soltanto maggiore affidabilità, ma anche un adeguamento digitale sul piano delle funzioni, verso cui molti non di dicono disposti a rinunciare. Continui ad utilizzare uno di questi vecchi sistemi? Sei disposto a rinunciare a Whatsapp ? Quanto resisteresti senza? Facci sapere la tua al riguardo.

LEGGI ANCHE: Rivoluzione in vista per Whatsapp: dettagli sull’aggiornamento per i video in streaming