Whatsapp: le truffe scoperte dalla Polizia di Stato

Purtroppo la Polizia Postale ci informa che circolano su WhatsApp truffe nuove. L’ annuncio è  stato fatto come sempre, tramite la pagina di Facebook Una vita da Social. L’ ultima iniziativa e decisamente odiosa,  in quanto i truffatori si spacciano per rappresentanti dell’arcidiocesi di Cagliari.

Un sedicente presidente della caritas oppure un operatore della stessa, chiede donazioni di giocatoli, vestiti o qualunque cosa possa essere utile per i minori che sbarcano sulle nostre coste. Ovviamente l’ arcidiocesi smentisce qualunque coinvolgimento, con un post sulla sua pagina Facebook “La caritas diocesana di Cagliari comunica che non è in atto nessuna raccolta né di vestiario né di giocattoli,  né per i migranti sbarcati nei giorni scorsi a Cagliari né per altri”.

whatsapp truffe

Un secondo tentativo di truffa,  tenta di coinvolgere una nota compagnia che fornisce carte di credito.  Verremo raggiunti da messaggi SMS,  email, altre chat e ovviamente Whats App.  Ci arriverà una messaggio finto da Cartasi,  nel quale troviamo un link.  Verremo reindirizzati su un sito che ha il solo scopo di rubare le nostre credenziali di accesso al sito della carta di credito.07

LEGGI ANCHE: Whatsapp: in atto un nuovo circuito truffe esteso a voucher, emoticon ed altro

Cosa fare quando riceviamo delle palesi truffe WhatsApp ?

Il consiglio è sempre il medesimo,  diffidate innanzitutto e non cliccate su nessun link. Se avete dei dubbi,  la polizia di Stato accoglie segnalazioni e risponde alle domande sulla sua pagina di Facebook Una vita da social.  In breve tempo,  potrete avere consigli su come agire.

Intanto puoi restare sulle nostre pagine visitando la sezione dedicata del nostro sito  con guide trucchi e aggiornamenti della celebre App Whatsapp