Windows 10 IP 14328, Windows Ink e molte altre novità

Il Fast Ring ospita il nuovo aggiornamento di sistema appena rilasciato da Microsoft per i dispositivi appartenenti all’emisfero Windows 10 nei confronti di tablet, smartphone e PC Desktop compatibili siglato IP 14328, il quale introduce tra l’altro il supporto al nuovo sistema di gestione Windows Ink. Ovviamente le novità non si fermano qui. Scopriamo perciò tutte le nuove migliorie e funzionalità introdotte dal nuovo aggiornamento di sistema.

Windows 10 IP 14328, tutte le nuove featureswindows 10

Le novità introdotte dalla nuova build di sistema siglata IP 14328 dedicata al sistema operativo Windows 10 seguitano quelle già viste per la versione mobile nel corso delle ultime settimane. Il tardivo rilascio, dovuto ad un noto bug presentatosi nei confronti dell’interfaccia PCI Express, non ha però spento gli entusiasmi del pubblico che può ora contare su un’interessante serie di nuove funzioni che si concretizzano universalmente per smartphone, tablet e Personal Computer attraverso il circuito Windows 10 insider Previrew. Prime fra tutte la nuova funzionalità Ink.

Windows Ink

Una funzionalità preannunciata già nel corso dell’evento di lancio Windows Build 2016, ora ufficialmente disponibile per gli utenti del circuito Insider. Introduce un’icona dedicata all’accesso funzioni all’interno della taskbar per l’attivazione rapida dei comandi e quindi degli strumenti annessi. Ad ogni modo sarà possibile provare i vari tools anche in assenza del pennino cliccando semplicemente col tasto destro sulla taskbar ed accedendo al realtivo menu che fa capo all’indicazione Show Windows Ink Workspace button. Di seguito trovate un primo screenshot della nuova funzione introdotta ed un esempio di utilizzo con tanto di video sample.

Nuovo Start

Windows 10 Start si rinnova come annunciato in concomitanza all’evento di apertura del Build 2016 cui si è potuto assistere il mese scorso. Un leggero restyling è stato apportato al vecchio menu introducendo, inoltre, alcune ridisegnazioni dei comandi che sono ora traslati su altre specifiche posizioni. Ad esempio, l’indicazione delle applicazioni aperte di recente è stata posta appena sopra la lista di tutte le app che troviamo visibile subito in primo piano.

I relativi pulsanti dei menu di alimentazione e delle impostazioni hanno ora una forma decisamente minimale e sono collocati all’estrema sinistra in corrispondenza del bordo menu. Anche l’accesso alle cartelle aggiuntive personalizzate sarà ora più immediato, considerando che sono state poste in primo piano senza l’ausilio del cosiddetto hamburger menu. Di seguito uno screen esemplificativo di quanto sin ora detto:

Windows 10 Start nuovo menu
Windows 10 Start, ora più intuitivo ed immediato

Nuova modalità tablet

La modalità tablet Windows 10 cambia aspetto ridisegnando significativamente la sezione app disponibile ora a schermo intero, come accadeva già ai tempi dell’amato Windows 8.x.
Le differenze rispetto a quest’ultimo coincidono con un diverso utilizzo delle funzioni di scrolling che avviene per via verticale anziché orizzontale come accadeva in precedenza.

Inoltre, è possibile impostare in automatico la taskbar su nascosto solo in questa modalità, in modo tale da massimizzare lo spazio visibile disponibile per le app e rendere tutto decisamente più bello graficamente.

Windows 10 modalità tablet
Windows 10, la nuova modalità tablet

Ricerca ed assistente vocale Cortana

Sinora, impostare Windows 10 Cortana al di sopra del livello lock screen (prima cioè di aver ottenuto l’accesso esclusivo al dispositivo) era cosa assai artificiosa. Si richiedeva in particolare un intervento diretto sulle funzioni di registro (passando il parametro a regedit) e senza risultati particolarmente entusiasmanti. Le nuove migliorie introdotte dalla nuova versione Windows 10 IP 14328, che vedremo presto a bordo dei nostri terminali e dispositivi, bypassano tale sistema introducendo il supporto diretto alle funzioni di sblocco e interazione a monte dell’accesso al device e senza peraltro passare per procedure complesse e poco fruttuose.
L’opzione non è attiva di default ma va attivata per via manuale accedendo alle Impostazioni della schermata di sblocco per il vostro dispositivo e confermando l’attivazione della funzione dall’apposita checkbox.

Windows 10 Cortana
Cortana è a ben altri livelli…

Come per la build precedente restano attive le funzioni di promemoria che consentono di aggiungere ulteriori contenuti quali immagini, segnalibri da Windows 10 Microsoft Edge e contenuti editati da altre Universal App che possiedono nativamente la funzione di condivisione.

In aggiunta, adesso possiamo controllare ed interagire in modalità multi-dispositivo accedendo a questi, ad esempio, per il controllo dello stato di carica delle batterie tramite avvisi e molte altre funzioni che scopriremo solo operando col nuovo sistema.

Windows 10 Ricerca
Ricerche più veloci ed affidabili con Windows 10

Il nuovo sistema integrato di ricerca visto nella nuova Insider Build consente l‘indicizzazione sincronizzata dei contenuti in locale e su OneDrive in automatico rendendola decisamente più rapida ed efficace. Davvero un buon lavoro di ottimizzazione.

Centro Notifiche

L’indicazione dell’icona del centro notifiche ha subito una ricollocazione sulla traybar. Risulta, infatti, posizionata all’estrema destra di quest’ultima risultando ora facilmente identificabile e separata rispetto alle altre notifiche del systray. Utilissimo, inoltre, il nuovo contatore delle notifiche in puro stile device mobile che troviamo in basso a destra dell’icona.
Migliora notevolmente anche l’interfaccia grafica e quindi l’organizzazione delle notifiche che appaiono ora raggruppate e non più separate, integrando maggiormente la presenza dell’assistente Cortana. Di seguito gli screen:

Come già visto per la versione mobile, anche in questo caso sarà possibile modificare i Quick Setting a proprio piacimento riordinandoli ma anche nascondendo quelli che non rientrano nel nostro interesse.
Cambia, inoltre, il setting rapido del WiFi che cambia radicalmente comportamento, non più On/Off del modulo radio ma redirect diretto alla lista delle reti disponibili.

La nuova Taskbar

Gli impegni e tutti gli appuntamenti stabiliti vengono ora mostrati sotto il calendario cui si ha accesso dalla schermata dell’orologio posto sulla traybar Windows 10. Da qui sarà possibile aggiungere direttamente gli appuntamenti e tutti i nuovi eventi cliccando sul simbolo + posto accanto all’indicazione del giorno in corso (nell’immagine: Today). Presente, tra l’altro, l’integrazione e quindi la presenza dell’orologio per i sistemi multi-schermo. Infatti, sarà possibile accedere a questo da tutti gli schermi. Una funzione introdotta da Microsoft a seguito dei numerosi feedback degli utenti appartenenti alla fascia d’utenza gaming.

Windows 10 orologio e calandario
Windows 10 attiva l’orologio in multi-screen

Rilevata tra l’altro, come anticipato in questi ultimi giorni, la presenza del nuovo sistema di notifica badge per le applicazioni Universal Windows Platform le cui impostazioni risultano accessibili dal menu impostazioni di sistema. Sarà possibile effettuare le proprie ricerche tramite l’assistente personale e gestire l’uscita sonora di più dispositivi tramite l’icona del volume.

Windows 10 UWP notifiche
Nuovi badge di notifica per le app UWP

Schermate Impostazioni

I nuovi riferimenti alle schermate delle impostazioni Windows 10 ereditano in tutto e per tutto il layout e le funzioni relative alla versione mobile fondendo i due sistemi sotto un unico grande ecosistema di gestione. Allo stesso modo, sono presenti le icone per sottocategoria, mostrate anche nel caso vengano aggiunte a Start ed i suggerimenti in fase di digitazione con funzione di previsione testo.
Novità anche per quanto concerne la sezione Windows Pen che consente non solo di editare le scorciatoie dei tasti ma anche di escludere eventualmente l’input tramite le dita mentre vi è in uso la penna. Presenti, ovviamente, anche le specifiche nuove impostazioni relative a Windows Ink.Windows 10 impostazioni App

Dalle schermate delle Impostazioni sarà altresì possibile operare una sorta di reset di fabbrica relativo alla specifica applicazione nel caso in cui questa smettesse improvvisamente di funzionare correttamente (similmente ad una cancellazione dati su app Android).
L’impostazione può essere trovata al percorso Impostazioni > Sistema > App. Da qui non bisogna far altro che accedere all’applicazione desiderata e quindi alle sue Opzioni Avanzate.  Dalla medesima sezione sarà altresì possibile gestire gli add-in, i nuovi contenuti aggiuntivi disponibili e tanto altro ancora.

Inoltre, come già visto per la build smartphone Windows 10 14327, troviamo il nuovo layout Insider che integra uno slider orizzontale per la scelta del Ring di iscrizione nonché un pulsante relativo alla cancellazione dal circuito come visibile sotto:

Windows 10 Insider preview Fast Ring
Nuovo Layout Impostazioni Build Preview

Gesture multi-tocco per cambio Desktop

Anche su Windows 10 è ora possibile shiftare da uno schermo virtuale all’altro attraverso un semplice swipe a quattro dita. Vi dice qualcosa? Dovrebbe, visto che è un comportamento ereditato direttamente dalla ultime release di OSX.
Ovviamente, il requisito essenziale per il corretto funzionamento del tutto è la presenza di un touchpad in grado di operare correttamente con il sistema multi-touch per input ad almeno quattro dita, come in questo caso.
Funzione, dunque, facilmente implementabile a bordo degli ultimi ritrovati dell’universo Microsoft come il Surface Book.

La nuova schermata di blocco

Per quanto concerne la lockscreen e le indicazioni annesse a quest’ultima, cambiano i sistemi di visualizzazione che di default omettono gli indirizzi email delle notifiche. Tale comportamento può comunque essere ripristinato da Account > Opzioni di accesso > Privacy direttamente dalle Impostazioni. Presenti per altro i controlli multimediali come osservato nella controparte mobile e la cover art del brano in esecuzione.

Windows 10 lockscreen
La nuova lockscreen Windows 10

Credenziali di accesso e UAC (User Account Control)

Per quanto concerne questa sezione specifica di sistema non vi sono particolari cambiamenti da ravvisare dal punto di vista tecnico quanto piuttosto da quello visuale che prevede ora l’adattamento dei popup al nuovo stile Modern UI introdotto da W10. Potete vedere le nuove finestre di dialogo negli screen che seguono:

Windows 10 UAC
Windows 10 Modern UI per il Controllo Account Utente

Esplora Risorse

Esplora Risorse Windows 10
La nuova icona Windows 10 Esplora Risorse

Esplora Risorse è il cuore pulsante del nuovo Windows 10, ora decisamente migliorato ed accessibile. Creato, per l’appunto, un nuovo riferimento icona che non troviamo più nella taskbar. Tale comportamento è comunque provvisorio. Infatti, in via definitiva, la scelta di collocare o meno in tale posizione l’indicazione del menu spetterà agli utenti che si esprimeranno attraverso i loro feedback, pur rimanendo comunque disponibile la possibilità di ripristinare la sua posizione cliccando col tasto destro del mouse/touchpad su di essa ed impartendo l’apposito comando.

Problemi e bug risolti dalla nuova versione

Bug risolti:

  • Risolto problema di autenticazione Visual Studio Emulator per W10M e Hololens.
  • Risolto problema di performance ridotte relative al controller Xbox One.
  • Risolto problema di visualizzazione schermate autenticazione a due fattori dopo un errore.
  • Quando si apre una seconda app in modalità tablet, verrà lanciata in split-screen con la precedente. Chiudendone una, l’altra andrà a schermo intero in automatico.
  • Risolto un problema di dimensionamento colonne Gestione attività su device ad elevato numero di DPI.
  • Risolto problema blocco su pagina “Sto riavviando” senza possibilità di salvare documenti ed applicazioni aperte.
  • Aggiornati popup di spegnimento con icone Modern UI.
  • Risolto problema visualizzazione input cinese su schermo intero nei videogiochi. Risolto inoltre il problema che mandava in crash l’app durante le ricerche di impostazioni.
  • Risolto problema che impediva la cancellazione di alcune specifiche notifiche.
  • Risolto problema di sovrapposizione icone Esplora Risorse con conseguente anomalo dimensionamento dei font.
  • Risolto problema di avvio Quicken. In tal caso si rende necessari disinstallazione e reinstallazione.

Bug noti:

  • Connected Standby provoca un BSOD. QUI le istruzioni per risolvere il problema.
  • Le estensioni Microsoft Edge dovranno essere reinstallate.
  • Il Feedback Hub è presente solo in lingua inglese.
  • Il Feedback Hub richiederà 20-30 minuti di assestment dopo l’installazione build.
  • il DAC (Project Centennial) non funziona sulla build. Non installarla se reputi sia necessario.
  • Tutti i giochi in rete di Tencent non funzionano su nessuna build Redstone/Anniversary.
  • La shortcut da tastiera ALT+S per scegliere Sì non funziona a causa della nuova UI.
  • Gli URL maggiori di 260 caratteri non si apriranno nel browser in automatico ma reindirizzeranno alla scelta di un’app a pari di un’estensione non riconosciuta.
  • Groove Musica crasha, sarà però possibile utilizzare la versione online.
  • Groove Musica richiede qualche minuto per l’avvio di un brano dopo la procedura di login.
  • Download di grandi dimensioni su Microsoft Edge si fermano al 99%. È possibile utilizzare i file scaricati chiudendo il browser e rinominando il file temporaneo.
  • Alcuni nuove emoji verranno visualizzate come quadrati neri in alcune applicazioni.
  • Impostazioni crasha se si tenta di aggiungere un’impostazione su Start
  • La presenza di BitLocker attivo non consente di tornare ad una build precedente.
  • L’aggiornamento dalla build 14316 provoca il freeze del Windows 10 Store, potrebbero essere visualizzate anche app duplicate su Start. Puoi risolvere come segue:
    1. Avvia il download di un’altra app qualsiasi
    2. Metti in pausa  il download, vai alla sezione download ed aggiorna
    3. Clicca ora sul pulsante riprendi tutto.

Conclusioni

Come si è potuto ampiamente constatare la nuova build Windows 10 Insider Preview 14328 introduce sostanziali novità ed alcuni miglioramenti non solo in termini prestazionali ma anche e sopratutto visuali e di sincronizzazione. Restano ancora in sospeso alcune questioni importanti che in un certo senso limitano un pò l’utilizzo di certe funzioni come riscontrato alla sezione precedente relativa ai bug Windows 10.
Ad ogni modo c’è ancora tempo per migliorare certi aspetti del sistema ed adattare perfettamente la build alle richieste pervenute a Microsoft tramite il sistema dei feedback.

E tu che cosa ne pensi della nuova build di Windows 10? Le novità introdotte hanno suscitato il tuo interesse? Lasciaci pure tutte le tue impressioni ed i tuoi commenti in merito. Tu che cosa cambieresti del nuovo sistema per il tuo PC, smartphone o tablet? Ti aspettiamo con tutti i tuoi commenti.