, ,

WWDC 2017, dal 5 giugno parte la conferenza sviluppatori Apple

Tanti gli argomenti che animeranno il WWDC 2017, che si terrà a giugno a San Jose. Da iOS a macOS, senza dimenticare Apple Watch ed Apple TV. Ecco cosa aspettarsi.

Manca ancora un po’ di tempo, ma è già altissima l’attesa per il Worldwide Developers Conference, l’evento Apple che riunirà la comunità di sviluppatori legati agli ecosistemi di Cupertino. Tanti i dubbi circa gli argomenti che verranno trattati, una certezza però c’è e riguarda le date. Il WWDC 2017 si terrà dal 5 al 9 giugno.

Conosciamo anche la location prescelta, l’evento si terrà presto il McEnery Convention Center a San Jose, una scelta che sancisce una sorta di ritorno a casa dopo le edizioni che si sono tenute a San Francisco. Una scelta legata all’inaugurazione della nuova sede Apple. Scopriamo insieme quali potrebbero essere i temi più caldi.

WWDC 2007 dal 5 giugno a San Jose

Oltre 5000 sviluppatori e mille ingegneri di casa Apple, il WWDC 2017 si preannuncia in versione extra-large e sono tanti gli argomenti caldi che gli utenti vorrebbero che fossero trattati. Si parte del mondo macOS, visto che è attesa la release dell’ultimo aggiornamento prima di un update più sostanzioso, che dovrebbe arrivare appunto nel corso dell’estate. L’ambiente operativo legato ai Mac necessità di nuove soluzioni e ci sono pochi dubbi al riguardo.

WWDC 2017
Il WWDC 2017 si preannuncia ricco di novità: macOS, iOS e tanto altro.

Come dimenticare iOS, sistema operativo di iPhone e iPad, ormai elemento strategico delle strategie Apple. Sul tavolo del WWDC 2017 dovrebbe esserci iOS 11, con un occhio alla prossima generazione di smartphone, che quest’anno si preannuncia ricca come non mai. Ricordiamo infatti le indiscrezioni che vogliono l’azienda intenzionata a lanciare non solo un iPhone 7S e un 7S Plus, ma pure un modello celebrativo, un iPhone 8 per celebrare il decimo compleanno del Melafonino.

LEGGI ANCHE Con iPhone 8 si abbandona il Touch ID: arriva la Function Area

C’è da affrontare pure il nodo watchOS, in questo caso però la questione potrebbe vertere interamente attorno al nodo hardware, visto che neppure la seconda generazione dello smartwatch Apple è riuscito a ridurre considerevolmente la dipendenza di Apple Watch da iPhone. Alla luce dell’uscita di Android Wear 2.0, Cupertino ha la necessità di rendere più rapido il processo, dunque c’è da capire quali siano i piani dell’azienda.

LEGGI ANCHE Apple Watch: brevetto mostra la presenza di un caricatore integrato al cinturino

Fondamentale pure lo sviluppo dei nuovi linguaggi di programmazione, passando per le API di sviluppo quali HomeKit e CarPlay, piattaforme sulle quali Apple fonda i propri piani futuri. In ballo c’è anche tvOS, che necessita di un considerevole restyling, visti i deludenti dati di vendita di Apple TV nell’ultimo trimestre del 2016. Prende quota la prospettiva di un nuovo set-box nel corso del 2017, un dispositivo con supporto 4K per recuperare terreno nei confronti della concorrenza.

LEGGI ANCHE Con la nuova Apple TV arriva lo streaming dei contenuti 4K

Questi e molti altri sono i temi che accenderanno il WWDC 2017, sarà possibile richiedere i biglietti questa primavera. 1599 dollari per ogni ingresso, certamente non un prezzo a portata di tutti, ma la somma è giustificata dal giro d’affari che balla intorno ai 25 miliardi di dollari. Questo è quanto Apple incassa ogni anno dai servizi digitali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…