Apple Watch 2, update watchOS 3.1.1 ritirato

Apple Watch è un dispositivo sul quale Cupertino punta molto, si capisce chiaramente dalla campagna pubblicitaria che ha accompagnato il lancio della seconda generazione. Il promo modello ha fatto storcere il naso a molti per alcune mancanze, tuttavia è normale che accada quando un’azienda si tuffa in una nuova avventura. Il colosso californiano vuole ulteriormente aggiustare il tiro e sta pensando a nuovi accorgimenti per rendere unico il proprio smartwatch.

Il mercato dei dispositivi indossabili per Apple riveste una grande importanza strategica, un terreno di caccia ricco e in espansione, che ha già dato ottimi risultati a Tim Cook. La tecnologia si fa sempre più piccola e servono nuove soluzioni integrate per assistere gli utenti nelle sfide di tutti i giorni. In queste ore è saltata fuori una nuova idea dagli uffici di Cupertino. Scopriamo insieme di di cosa si tratta.

Un nuovo brevetto per Apple Watch

Il dispositivo per il feedback tattile è integrato all’interno del quadrante di Apple Watch, una soluzione che per il momento non ha causato malumori visto che è in linea con quanto fatto da altri produttori. Tuttavia Apple ha ben altri piani in testa, sempre tenendo come obiettivo quello del design.

Apple Watch 2, update watchOS 3.1.1 ritirato

Spostare il meccanismo sulla cinghia dell’orologio infatti permetterebbe di avere un dispositivo ancora più sottile, più leggerezza per il quadrante e un nuovo approccio per la gestione delle notifiche. L’azienda californiana ha pubblicato un brevetto che svela questa intenzione, probabilmente i prossimi smartwatch con la mela morsicata presenteranno un simile accorgimento.

Apple, come è ben noto, deposita un enorme numero di brevetti e solo una piccola percentuale di essi si traduce poi in prodotti veri e propri, tuttavia in questo caso ci sono buoni motivi per ritenere concreta la prospettiva, visto che l’azienda è da tempo in cerca di soluzioni per alleggerire il quadrante.