galaxy j7 2017

Samsung Galaxy J7 2017 scende di nuovo in campo portandosi al centro della scena che lo inquadra in nuovi scenari che contano sulle indiscrezioni di OnLeaks in merito ad un nuovo video render che avvalora il design ed alla concessione delle certificazioni Bluetooth che avvicinano il terminale all’ormai imminente mercato di commercializzazione di massa.

La prima notizia riguarda, come introdotto, un nuovo video che pone in evidenza i render image di quello che dovrebbe essere un Galaxy J7 2017 caratterizzato dalla presenza di una banda scura collocata nella parte posteriore in prossimità degli organi di scatto e sopra l’apposto logo Samsung.

Informazioni che devono ancora trovare modo di essere verificate alla fonte. Ecco il video:

Un design che si accompagna ad una presunta dotazione tecnica che tiene conto di:

  • Display: Pannello Capacitivo Multi-Touch Full-HD Resolution con diagonale da 5.5 pollici @1920x1080p
  • Processore: Octa-Core System Qualcomm Snapdragon/Exynos (da stabilirsi)
  • Memoria RAM: 3GB LPDDR4 System
  • Memoria ROM: 16GB
  • SIM Card: Formato Nano-SIM
  • Fotocamera Principale Posteriore: 13 Megapixel
  • Fotocamera Principale Anteriore: 5 Megapixel
  • Dimensioni: 51,34 x 76,20 x 8 mm (come da render)

Per il momento, sono queste le informazioni presunte che accompagneranno la dotazione tecnica di questo smartphone, recentemente apparo all’interno delle pagine dell’ente Bluetooth SIG che ne ha decretato le concessioni in riferimento al modello siglato SM-J727V, lo stesso rinvenuto all’interno del database del noto portale di import indiano Zauba. galaxy j7 2017 bluetooth sig

Al momento, nonostante la concessione avvicini l’uscita del Galaxy J7 2017 al mercato, non sono state definite le tempistiche di distribuzione. Ad ogni modo non occorrerà attendere poi molto, visto e considerato che la certificazione apposta è datata 21 Dicembre 2016. Allo stato attuale semplici indiscrezioni. Vi terremo aggiornati nei prossimi giorni, non mancate.

LEGGI ANCHE: Samsung Galaxy J7 2017 sul sito della WiFi Alliance, c’è una sorpresa