windows 10

Causa le festività natalizie, il team di sviluppo di Microsoft Corporation si è concesso una sospensione sulle attività nel circuito Insider che, nonostante tutto, procedono con la creazione della release build 14997 di Windows 10 Creators Update.

Allo stato attuale risulta difficile interpretare un suo rilascio del Fast Ring nel corso della settimana a venire o se, quindi, la nuova release di renda disponibile soltanto a scopo di testing interno. Ad ogni modo, la nuova versione consente di introdurre, finalmente, alcune aggiunte senz’altro interessanti, che vertono sulla possibilità di avere un aggiornamento che anticipi il futuro Windows 10 Creators Update che giungerà agli interessanti entro la primavera del 2017.

Secondo le fonti, che per prime si sono fatte carico di procedere all’analisi del nuovo pacchetto applicativo di sistema, si osserva un refresh agli elementi delle Impostazioni di Sistema, che offrono ora la possibilità di procedere ad una più marcata personalizzazione dell’interfaccia grafica utente tramite Temi Custom reperibili direttamente all’interno del Windows 10 Store, con la possibilità quindi di procedere ad un’installazione automatica che svicoli dalla procedura manuale vista in passato.

A tutto questo, inoltre, si aggiungono ulteriori possibilità, come quelle di realizzare dei miglioramenti sul fronte della navigazione web tramite Microsoft Edge ed una maggiore usabilità e produttività delle piattaforme operative da realizzarsi tramite il supporto integrato delle nuove cartelle app del Menu Start.windows 10

Una funzionalità quest’ultima che, come ben sappiamo, è già presente nei sistemi mobile sin da Windows Phone Update 1, dove si osserva la possibilità di procedere alla sovrapposizione di due Tile per la creazione di una directory. In definitiva, un modo intelligente di organizzare il proprio Menu Start, nel caso in cui si disponga di un parco applicazioni relativamente ampio. Una possibilità che, traslata nel contesto dei sistemi Desktop, consentirà di fare ordine ed aumentare la produttività.

Per quanto concerne il fatto di procedere all’installazione di questa build, in questo come in altri casi, vale la regola del “visto e piaciuto”, in quanto la soluzione di aggiornamento, in quanto non ancora in versione stabile, potrebbe contenere numerosi bug.

Nel caso in cui procedeste in tale direzione, lasciateci pure tutte le vostre impressioni ed i vostri feedback sugli eventuali miglioramenti. Spazio ai vostri commenti.

LEGGI ANCHE: Windows 10, disponibili i nuovi temi grafici sullo Store