windows 10

Secondo gli ultimi dati posti a rilevamento dalla società d’analisi NetMarketShare, Microsoft Windows 10 sarebbe in continua ascesa. Una situazione, questa, che vede però indietro il browser web proprietario di Microsoft Edge che, nonostante l’introduzione delle estensioni di navigazione, non consente di registrare un dato apprezzabile sul suo utilizzo.

Nel mese di Settembre 2016, la società aveva provveduto a dare pubblico annuncio del traguardo dei 400 milioni di adepti alla nuova piattaforma software e se, da allora, la compagnia di Redmond non abbia provveduto a fornire una stima aggiornata sui dati, oggi sappiamo che la stima di crescita riporta ad un report d’analisi confortante, che vede il sistema occupare il 25% del totale nel contesto del market share.

Si tratta di un risultato più che apprezzabile, specie in virtù del fatto che il platform si sia portato al debutto meno di un anno e mezzo fa. Volendo entrare nei dettagli specifici, si è rilevato che Windows 10 OS dispone, per l’esattezza, del 24,36% del mercato, contro una quota che lo vedeva al 23.72% nel mese di Dicembre 2016. Il trend, in questo caso, è più che positivo, anche se si considera che il circuito di distribuzione gratuita per gli users di Windows 7 e Windows 8.x si è chiuso diversi mesi fa.windows 10

Ad ogni modo, sebbene i dati rivelino l’incalzante avanzare del nuovo sistema, Windows 7 resta sempre in testa ai titoli di preferenza, con un meritato 48.34% che lo vede in aumento dell’1.17% rispetto al mese precedente. Ancora attivo l’intramontabile Windows XP con il suo 9.07%. Segnali negativi, invece, giungono dalle piattaforme Windows 8.x, calate al 6.9% dall’8% e Linux, sensibilmente sceso dello 0.1% sul dato precedente.

Windows 10 continua la sua avanzata sia in quello che è l’ambito consumer che quello puramente business. Ulteriori risultati che rafforzino la presenza di questi nuovi sistemi potrebbero intravedersi, inoltre, anche con il preventivato rilascio del Windows 10 Creators Update. il quale condurrà direttamente ad una serie di implementazioni importanti sul piano dell’usabilità e della sicurezza dei sistemi.

Una situazione, quella del nuovo OS, che cozza pesantemente con quella rilevata, invece, per Microsoft Edge, l’ultimo browser proprietario introdotto a corredo dei nuovi sistemi che conta su un marginale tasso di crescita che lo colloca al 5.33% contro il 5.21% del mese scorso. Sicuramente in crescita, ma decisamente lontano dalle intenzioni della società di Redmond. Gli utenti, in tal senso, prediligono la flessibilità e l’usabilità di sistemi concorrenti, primo fra tutti Google Chrome. Microsoft Edge

Davvero male, invece, Internet Explorer, drasticamente sceso del 55% in un solo anno. Quali idee consentiranno di ampliare il range di utilizzo di questo browser? E come migliorerà la situazione sul tasso di adozione dopo il prossimo Creative Update da rilasciarsi in Primavera 2017?

Tutte domande che troveranno risposta in sede di successiva analisi. Per il momento, che tu sia un utente comune o un business-user, rilascia qui le tue personali considerazioni al riguardo. Che cosa non ti convince di Windows 10? E perché non utilizzare il browser Microsoft Edge? Poni le tue idee a confronto lasciandoci una tua personale analisi della questione.

LEGGI ANCHE: Windows 10 update: aggiornamenti in pausa, finalmente