galaxy s8 vs galaxy s7

Sebbene non sia arrivata alcuna ufficializzazione da parte di Samsung, la data di uscita del Galaxy S8 sembra essere il 18 aprile. Almeno stando ai rumor accreditati provenienti dal Paese d’origine della multinazionale che lo produrrà: la Corea del sud. Bisogna poi capire che a fare da sfondo alla fatidica data sarà davvero New York come si dice dal mese scorso. Aprile sembra comunque essere il mese predestinato, visto che Samsung ha ordinato la produzione di massa del dispositivo a partire da marzo. Inoltre, non intende fare uscire il Galaxy S8 a fine febbraio, in concomitanza col MWC di Barcellona. Proprio per prendersi tutto il tempo per fare accurati test ed evitare gli errori commessi col Note 7. Ma chi possiede già un Galaxy S7 si starà chiedendo: conviene acquistare il Galaxy S8? Di seguito vediamo le differenze tra i due dispositivi stando ai rumor.

Galaxy S8 Vs Galaxy S7: il design

Partiamo dal design, perchè anche l’occhio vuole la sua parte. Le dimensioni del Galaxy S8 dovrebbero essere simili al Galaxy S7. Dovrebbe cambiare leggermente solo la versione ordinaria di 0,1 pollici più grande della precedente (5,2 e 5,7). Ma i cambiamenti estetici della nuova versione dovrebbero essere notevoli ed apprezzabili. Il display dovrebbe ricoprire quasi interamente la facciata anteriore, con cornici sottilissimi. Il tasto Home e forse ogni tasto fisico dovrebbero sparire, mentre il lettore delle impronte digitali dovrebbe andare dietro. Il Galaxy S8 dovrebbe altresì essere ancora più sottile dell’S7, già di per sé apprezzabile. Dovrebbe poi sparire anche il jack per le cuffie, in favore di quelle wireless, con una USB Type-C. La collaborazione tra Samsung e Harman dovrebbe portare a un notevole miglioramento audio.

Il Galaxy S8 dovrebbe avere entrambe le versioni con display curvo, di cui la seconda dovrebbe chiamarsi Plus e non Edge. Display che dovrebbe essere dotato di risoluzione 4K (sul Galaxy S7 abbiamo un 2K) e Super Amoled. Il che porterà anche una migliore fruizione della realtà virtuale.

Galaxy S8 Vs Galaxy S7: fotocamera

Miglioramenti dovrebbero riguardare anche le due fotocamere. Il Samsung Galaxy S8 potrebbe avere una fotocamera posteriore con doppia lente, con sensori rispettivamente di 12 e 13 megapixel. È stato anche affermato che avrà un unico snapper da 30 megapixel. Comunque, la fotocamera posteriore del Galaxy S7 è già ottima: 12 megapixel, apertura di f / 1.7, autofocus a rilevamento di fase e la stabilizzazione ottica dell’immagine. Quanto a quella anteriore, dovrebbe essere di 8 megapixel e anche autofocus. E qui la differenza è maggiore con S7, dato che ha uno snapper da 5 megapixel con messa a fuoco fissa e HDR automatico.

galaxy s8 vs galaxy s7

Galaxy S8 Vs Galaxy S7: hardware

All’S8 sono stati associati due processori di ultima generazione: Qualcomm Snapdragon 835 e il chip Exynos 8895. E forse li vedremo entrambi sui due modelli diversi. Si è anche parlato di 6GB e 8GB di RAM, così come le opzioni di storage da 64GB e 128GB. Il Galaxy S7 viene fornito sia con il chip Qualcomm Snapdragon 820 che col processore Exynos 8890, entrambi con 4 GB di RAM. Quanto alla memoria, i due modelli hanno rispettivamente 32GB e 64GB, con microSD aggiungibile. Quindi, su ram e memoria parliamo di un raddoppio. Ottime notizie poi per quanto concerne la batteria: se S7 monta una da 3000mAh, il Galaxy S8 ne dovrebbe prevedere una da 4200mAh.

Galaxy S8 Vs Galaxy S7: sistema operativo e assistente virtuale

Veniamo infine al sistema operativo. S7 è partito con Android 6.0 Marshmallow, aggiornabile a Nougat. Mentre S8 avrà ovviamente già Nougat in partenza. Il Galaxy S8 avrà però la grande novità dell’assistente virtuale Bixby, frutto della cooperazione tra Samsung e Viv Labs. Inoltre, dovrebbe avere la funzione Continuum che ne permetterà l’interazione con Windows 10.

Leggi anche: Samsung lancia 4 nuove app per fitness grazie a collaborazione con Under Armour: i particolari

Insomma, per quanto Galaxy S7 sia comunque un “signor smartphone”, la sua versione successiva promette tante novità in più. E un’ulteriore passo avanti. Pertanto, tornando alla domanda del titolo, la risposta pare proprio essere.