Apple Vesuvio
La Apple ha commesso una grossa gaffe con la sua tastiera predittiva. Digitando la parola "Vesuvio" esce fuori tra i suggerimenti un noto coro razzista contro i napoletani.

Pare che Apple abbia fatto una grossa gaffe con la sua tastiera predittiva. Infatti, nelle ultime ore sono numerosi gli utenti possessori di iPhone a segnalare che scrivendo la parola “Vesuvio” e proseguendo con i suggerimenti proposti dalla tastiera si arriva a: “Vesuvio lavali col fuoco“. Evidente riferimento al coro razzista contro i napoletani che in molti purtroppo conosceranno.

L’insolita gaffe non è sfuggità però agli occhi dei più attenti i quali hanno rivolto pesanti accuse alla Apple. Bufera anche su Twitter da parte di tutti i Napoletani possessori di iPhone che hanno iniziato a scrivere tweet del tipo “vendo iPhone 6s in perfette condizioni perchè razzista”. Questo è solo uno dei tanti di questa tipologia che stanno girando sul web nelle ultime ore.

Apple: razzista contro i napoletani ?

A scoprire per primi la gaffe di casa Apple è stata la nota radio Kiss Kiss Napoli che ha addirittura lanciato un hashtag, #AppleVesuvio. Questo al fine di sottolineare l’errore commesso dalla tastiera predittiva. Non cè bisogno di dire che l’hashtag è diventato in pochissimo tempo una tendenza. La richiesta da parte dei napoletani, ma non solo, sarebbe quella di correggere tale errore della tastiera.

Apple Vesuvio
La Apple ha commesso una grossa gaffe con la sua tastiera predittiva. Digitando la parola “Vesuvio” esce fuori tra i suggerimenti un noto coro razzista contro i napoletani.

Non sono state solo le persone comuni ad interessarsi alla vicenda. Anche alcuni Vip hanno espresso la loro opinione a riguardo sui vari social. E tra indignazione generale e ironia anche loro suggeriscono a gran voce alla Apple di modificare quel suggerimento alquanto razzista. Ora la cosa che in molti si chiedono è: La colpa è di Apple? Apple ha qualche problema contro i Napoletani ?

Leggi anche: Samsung straccia Apple quanto a numero di brevetti nel 2016: la classifica

Apple: di chi è la colpa del suggerimento razzista ?

Come già detto in molti hanno puntato il dito contro l’azienda di Cupertino accusandola di razzismo verso i napoletani. Nonostante questo, la casa della mela con il suggerimento razzista non centra nulla. Vi chiedete perchè ? Semplicemente per il fatto che i suggerimenti della tastiera predittiva della Apple non sono regolati dall’azienda stessa. Ad occuparsi infatti di tale operazione sarebbe un algoritmo che apprende le parole più utilizzate dai vari possessori degli smartphone. Questo in base a quanto si scrive su WhatsApp, Messenger, Facebook o qualsiasi altro tipo di social o chat. Il risultato è che le parole più utilizzate in associazione di altre, come in questo caso, vengono suggerite dalla tastiera.

Apple radio Kiss Kiss
Ecco il Tweet che ha scatenato il putiferio contro Apple. L’hashtag #AppleVesuvio è diventato una tendenza in pochissimo tempo.

Secondo questa ipotesi quindi, la colpa sarebbe dei possessori di iPhone i quali tendono a scrivere spesso l’espressione razzista già citata. Ecco quali sono state le parole di Valter De Maggio, lo scopritore di questa gaffe:

“La tastiera predittiva è un algoritmo, crea un dizionario locale, acquisisce dal web le parole più frequenti, più viene utilizzato un termine, più viene suggerito. Abbiamo fatto alcune prove, abbiamo inserito altri termini e neologismi frequenti non compaiono. Se scrivo Juve esce storia, se scrivo Vesuvio deve uscire Napoli, non lavali col fuoco. In un momento storico in cui si cerca di sensibilizzare sul tema del razzismo, questa circostanza non può passare inosservata e speriamo che l’azienda statunitense riesca a modificare e a migliorare il suo algoritmo in questo caso particolare. È una vicenda gravissima”.

Leggi anche: iPhone 8 rivoluziona design: “sandwich” di vetro e acciaio inox, costerà di meno?

La Apple risolverà il problema ?

L’azienda della mela non ha espresso ancora nulla riguardo la vicenda, ma viste le elevate segnalazioni da una grossa parte della popolazione italiana, si presume possa farlo a breve. Le parole di De Maggio a riguardo sono giustissime.

Apple Napoli
Ancora l’azienda della mela non si è espressa riguardo la vicenda. La speranza è che risolva definitivamente la faccenda al fine di smentire le accuse.

La Apple dovrebbe cercare di migliorare il proprio servizio al fine di eliminare questo tipo di inconvenienti. Di modo che queste vicende non si ripetano più in futuro. A questo punto non ci resta che attendere chiarificazioni dall’azienda stessa in attesa che “lavali col fuco” venga sostituito da “Napoli”.

Leggi anche: Apple: il libro “designed by Apple in California” arriva anche in Italia