Apple tv app

Forse non tutti sapranno che la Apple TV prevede un limite massimo di peso per le applicazioni. Questa era notevolmente basso fino a pochi giorni fa. Infatti, le applicazioni non potevano superare i 200 Mb di memoria. A quanto pare però sembra che la casa della mela debba essersi resa conto (per fortuna) che questo tipo di scelta era abbastanza limitante per gli sviluppatori.

Di conseguenza, giunge la notizia che da pochi giorni a questa parte, il peso limite delle app è stato aumentato. Da ora in poi, infatti, saranno consetite applicazioni di un peso che può arrivare fino a 4 GB. Un salto considerevole cosiderati i 200 Mb precedenti.

Apple TV: più spazio alle applicazioni

Il peso massimo da 200 Mb era, come già detto, molto limitante per la maggior parte degli sviluppatori, i quali molte volte erano costretti a rivedere completamente le proprie app per rimanere entro i limiti di peso consentiti. Da ora tutto sarà più libero. In questo modo ci sarà la possibilità per gli sviluppatori di dar vita ad applicazioni più complesse con contenuti multimediali già implementati.

Apple tv app
Da oggi in poi niente più problemi sul peso delle applicazioni di Apple TV. A partire da ora infatti l’azienda ha aumentato il limite cosentito fino 4 GB. Prima era solo 200 Mb.

Bisogna dire che nonostante ciò gli utenti gioveranno anche di un’altra alternartiva. Questi avranno infatti a disposizione 20 GB per scaricare contenuti on-demand. Questa risulta essere una tra le funzionalità più comode della Apple TV. Gli asset on-demand, infatti, possono essere tranquillamente scaricati in background e altrettanto facilmente possono essere rimossi quando non se ne ha più bisogno. La comodità sta tutta nel risparmio in termini di memoria. Grazie a questa funzione, ad esempio, gli sviluppatori possono scaricare nuovi elementi di un gioco (un nuovo livello, una nuova ambientazione, ecc.) e allo stesso tempo eliminare contenuti obsoleti o già utilizzati dall’utente. In questo modo entrambi le parti ne giovano. Ecco la nota ufficiale da parte di Apple:

“Il limite di dimensione di un’app tvOS è aumentato da 200 MB a 4 GB, in modo da poter includere più funzioni e offrire una più ricca esperienza utente fin dalla prima installazione. Inoltre, le app tvOS potranno utilizzare le risorse on-demand per ospitare fino a 20 GB di contenuti aggiuntivi su App Store.”

Apple tv applicazioni
Grazie al limite di 4 GB di memoria, gli sviluppatori saranno in grado di produrre applicazioni molto più dettagliate e complesse.

Leggi anche: Apple MacBook Pro: è mistero sulle monete trovate all’interno del masterizzatore

Apple TV: Applicazioni in linea con le capacità del nuovo modello

In effetti 200 Mb risultavano essere davvero pochi per un dispositivo che nella nuova generazione ha migliorato nettamente le prestazioni. Apple punta ad “offrire una più ricca esperienza” e questa risulta essere la via migliore per farlo.

Per quanto riguarda la nuova Apple TV, c’è da dire che è disponibile in 2 tagli di memoria differente: il più piccolo da 32GB mentre il più grande risulta essere da 64 GB. Annunciata a settembre 2015, presenta caratteristiche totalmente differenti dalla versione precedente. Prima fra tutte la performance. Nuovo telecomando con Siri integrato per rendere l’esperienza utente ancora più confortevole. Il tutto corredato da una serie di applicazioni sviluppate appositamente per il dispositivo tramite piattaforma tvOS. Questo lanciato a fine 2015, fa riferimento ad iOS e permette agli stessi sviluppatori di creare app appositamente per la Apple TV.

Apple tv nuova
La nuova generazione di Apple Tv risulta essere la più innovativa mai esistita. Disponibile in 2 tagli di memoria, 32 GB e 64 GB. In aggiunta alle nuove funzioni sarà più performante che mai.

Le applicazioni sono acquistabili su uno store dedicato, l’Apple TV App Store. Gli Sviluppatori hanno a disposizione tutti gi strumenti per dar vita ad app degne di rispetto. L’unico problema era appunto quello della memoria, la quale non doveva superare i 200 Mb. Finalmente i 4 GB renderanno le app all’altezza del dispositivo. Da questo punto di vista non ci sarà più nessun problema per gli sviluppatori.

Leggi anche: La Corte d’Appello riapre ufficialmente la contesa sui brevetti Samsung Apple

Apple TV: da ora in poi sarà più completa

Bisognerà attendere solo un po’ per far si che gli sviluppatori inizino a produrre applicazioni di maggiori complessità. Molto presto potremmo vedere ad esempio giochi più dettagliati e duraturi. Ma non solo, anche tutte le Applicazioni specifiche per TV avranno la possibilità di introdurre più contenuti multimediali di serie rendendo l’esperienza utente nettamente superiore. Beh che dire, anche in questo caso, Apple ha fatto la scelta più appropriata.

Leggi anche: Apple: serie TV e cinema firmati Cupertino in arrivo entro la fine del 2017