Brevetto Samsung smartphone pieghevole

Dopo aver conosciuto i nuovi sistemi brevettati per smartphone pieghevoli con sistema a curvatura variabile, la sudcoreana Samsung approva ulteriori due proprietà intellettuali inerenti i display smartphone per le future generazioni di foldable phone.

Di fatto, l’US Patent and Trademark Office ha ufficializzato oggi due ulteriori disegni depositati ad inizio mese. Il primo dei due brevetti descrive un disegno in cui l’elemento centrale è rappresentato da uno snodo elettrico flessibile. A questo componente fanno capo due unità display il cui scopo è quello di realizzare un ambiente multi-tasking. Di fatto, secondo le intenzioni della società, questo dispositivo deve essere in grado di visualizzare contenuti differenti simultaneamente, sfruttando i due display che vediamo nel disegno che segue.

Brevetto Samsung smartphone pieghevole

La differenza sostanziale, rispetto ai brevetti visti in precedenza, è in questo caso dovuta al fatto che il sistema non realizza un unico grande display ma pone chiaramente un distacco tra le due componenti di visualizzazione. Lo scopo di fatto, è quello di consentire la creazione di zone separate in cui operare tramite applicazioni, contenuti multimediali ed interagire con email e messaggi di testo in tempo reale secondo un modello di utilizzo multi-tasking.

Per comprendere al meglio la struttura del progetto si rimanda alla figure che seguono, dove trovano posto le viste frontali e trasversali degli stessi dispositivi:

Brevetto Samsung smartphone pieghevole vista

Collegamento elettrico flessibile

Il fulcro di tutto il sistema è il sopracitato collegamento elettrico flfessibile, identificato sopra con la componente #150 posta al centro delle Figure 1 e 3 ed evidenziata in blu. Si tratta, appunto, di un’unità elettrica flessibile che consente il dispiegamento dei relativi display cui fa capo. Samsung, inoltre, menziona la possibilità di includere anche un film conduttivo anisotropico (ACF).

Il progetto, inoltre, prevede l’implementazione di uno strato di schermatura che eviti la contaminazione da corpi estranei e gas tra le due unità di visualizzazione. Di fatto siamo in presenza di un materiale isolante.

Samsung Electronics ha depositato il brevetto presso gli uffici statunitensi nel Q2 2014 e ha provveduto alla sua pubblicazione soltanto all’inizio di questo mese.

Samsung brevetto smartphone pieghevole

Un secondo disegno, depositato già nel mese di Novembre 2016, illustra poi uno smartphone pieghevole con designa macchia di petrolio. Si tratta di una progettazione che tiene conto di un sistema in grado di provvedere alla visualizzazione rapida di messaggi e delle icone delle applicazioni così come illustrato in Figura 8. Il segmento ribaltabile, in questo caso, è coperto da un materiale trasparente del tutto simile al vetro, concepito affinché gli utenti abbino un focus rapido sui messaggi.

Soluzioni che, secondo gli analisti, potrebbero vedere la luce soltanto nel prossimo 2018. Trattandosi comunque di brevetti non vi è alcuna garanzia di futura commercializzazione. A voi piacerebbe l’idea di un prodotto simile? Lasciateci pure le vostre personali considerazioni al riguardo.

LEGGI ANCHE: Samsung brevetto: 3 nuovi disegni per i futuri smartphone pieghevoli