Tesla model S rossa

La National Highway Safety Administration ha dichiarato che l’Autopilot Tesla è sicuro, e non farà richiamare le vetture. La notizia, ribattuta da Reuters, si riferisce all’indagine avviata dopo l’incidente mortale dello scorso 7 Maggio, avvenuto nei pressi di Orlando

Come è avvenuto l’incidente mortale di Tesla?

Il 7 maggio il 45enne Joshua Brown procedeva a 120km/h su una strada con limite a 100km/h, su una Tesla con Autopilot. La vettura non è stata in grado di riconoscere una motrice bianca come un ostacolo, e si è quindi schiantata contro la stessa. Il vecchio aggiornamento del sistema Tesla usava come sensore primario per il rilevamento degli ostacoli una telecamera, ma questo sistema ha evidenziato problemi nel riconoscere oggetti bianchi, scambiandoli probabilmente per artefatti luminosi.Tesla incidente, ostacolo bianco

Adesso il sistema di guida Tesla è più sicura

Le numerose review di Autopilot, che nella sua nuova versione è stato ribattezzato Hardware two sui nuovi modelli, ha reso il sistema di guida Tesla 3 volte più sicuro di quanto non fosse ai tempi dell’incidente mortale. Uno degli accorgimenti principali è stato quello di rendere il radar un sensore primario, quando prima era invece secondario. In questo modo sarà possibile evitare tutti i rischi relativi a condizioni di luce.

Elon Kusk ha dichiarato che se questo sistema fosse stato attivo già a maggio, con molte probabilità Joshua Brown non sarebbe morto.

Leggi Anche: Autopilot Tesla evita incidente

Il rapporto della NHTSA

La La National Highway Safety Administration ha evidenziato la quasi totalità della responsabilità dell’incidente nel comportamento del conducente, per una semplice ragione: Tesla definisce il suo autopilot come un “aiuto” per il conducente, non come un conducente alternativo. Joshua Brown infatti non ha fatto nulla per evitare l’incidente, non è intervenuto quando il sistema di Tesla ha segnalato un possibile rischio, e con tutta probabilità stava tenendo un comportamento assolutamente non consono alla guida di una autovettura (alcuni rumors dicono che stesse guardando un film di Harry Potter, ma non ci sono conferme in merito).

tesla elettrica in carica

Hardware II 8.0, più coinvolgimento

La svolta per bloccare qualsiasi provvedimento da parte della commissione è stata sicuramente l’introduzione di una serie di misure per aumentare il coinvolgimento dell’utente nella guida. Adesso infatti è necessario che l’autista tenga le mani sul volante, perché nel momento in cui vengono rimosse, l’autopilota si disinserisce, e non può più essere reinserito fino allo stop del veicolo.