Nonostante il fallimento del Galaxy Note 7, ritirato dal mercato per i ben noti problemi di surriscaldamento, Samsung ha chiuso il 2016 con risultati di vendita davvero eccellenti. Il Q4 del 2016, ovvero il trimestre che va da ottobre a fine dicembre, ha fatto registrare per l’azienda coreana un totale di 98 milioni di dispositivi Galaxy venduti. Di questi circa 90 milioni sono stati smartphone ed 8 milioni tablet.

L’aver sfiorato il target dei 100 milioni di esemplari distribuiti sul mercato è stato un vero e proprio successo per Samsung che, in poche settimane, è riuscita a cancellare il ricordo del caso Note 7 ed a convincere tantissimi utenti ad acquistare uno dei suoi dispositivi Galaxy. Il Q4 del 2016 è stato per Samsung il migliore degli ultimi tre anni nonostante il mercato degli smartphone sia in quasi stagnazione ed il mercato tablet continui a far registrare un calo generale di vendite. 

Il prezzo medio di vendita dei dispositivi Samsung è stato di 180 dollari (si tratta del prezzo medio degli smartphone che Samsung ha venduto ai vari rivenditori internazionali) mentre il profitto medio è stato pari a 24 dollari. A sostenere le vendite dell’azienda coreana nel corso degli ultimi tre mesi del 2016 sono stati, in particolare, gli smartphone di fascia bassa (soprattutto la serie J) ed i top di gamma Galaxy S7 e S7 Edge che sono riusciti a cancellare rapidamente il fallimento del Galaxy Note 7.

Leggi anche: Samsung Galaxy S8 sarà il primo smartphone con Snapdragon 835, per LG G6 solo Snapdragon 821

Per il 2017 Samsung ha obiettivo molto ambiziosi e punta a dare seguito ad un eccellente parte finale del 2016. Quest’anno l’azienda punta a vendere circa 100 milioni di entry level (dispositivi Galaxy J) e circa 60 milioni di unità del nuovo top di gamma Galaxy S8 che sarà svelato in via ufficiale tra marzo ed aprile. Continuate a seguirci anche nel corso delle prossime settimane per tutte le novità in arrivo da casa Samsung.