Siri

Con l’avvento di iOS 10 Apple ha posto a compimento il suo progetto di miglioramento da introdursi all’interno del contesto del suo assistente vocale Siri, divenuto ora più naturale e giovane nell’esposizione in lingua italiana.

Conosce inoltre anche una voce maschile e si rende in grado di riconoscere molte più richieste ed espressioni linguistiche. Ma nei piani di Apple rientra un progetto di ottimizzazione mirato ben preciso da concretizzarsi entro il finire dell’anno 2017.

Da qui alla completa perfezione il cammino è lungo sebbene alcuni report indichino a chiare lettere che Apple stia lavorando molto assiduamente per garantire un’esperienza di utilizzo senza precedenti e che possa fronteggiare a testa alta i rivali in carica visti in Google Assistant e Samsung Bixby da volersi in occasione del lancio del prossimo top di gamma Galaxy S8 e relativa versione Plus.

Apple conta di inserire nuove funzionalità aggiuntive ed un motore IA migliorato e pronto a rispondere celermente ad ogni richiesta utente. Al momento risulta difficile capire come la società di Cupertino intende effettivamente portare avanti il suo processo di miglioramento per l’assistente Siri, sebbene si sia praticamente certi della volontà di portare il livello di conversazione sul piano informale.  siri-assistente-personale Apple

Le tecnologie messe a disposizione da Turi, società acquistata in Agosto 2016 ed operante nel ramo dell’intelligenza artificiale, consentiranno di raggiungere lo scopo. Chi riuscirà ad aggiudicarsi il podio di migliore assistente digitale? Sarà Apple, Google, Facebook o il nuovo sistema Samsung? La sfida per questo 2017 è aperta. Scopriremo presto chi ne uscirà sconfitto. E tu utilizzi i sistemi digitali per l’assistenza mobile alle funzioni? Faccelo sapere.

LEGGI ANCHE: Come scattare immagini e selfie su iOS 10 con Siri