Samsung punta su tizen

Nel mondo del commercio, il marchio gioca un ruolo fondamentale. Diciamo anche principale. I consumatori si affidano totalmente a un simbolo o a un nome col quale sono soddisfatti da anni. Spesso ciecamente, consapevoli di andare a colpo sicuro. E ciò è un’arma a doppio taglio, giacché basta uno scandalo o un flop per far emigrare migliaia di clienti verso altri marchi. Del resto, la concorrenza nel libero mercato è spietata. Ne sa qualcosa Samsung, col flop del Galaxy Note 7.

Eppure, a livello mondiale, il valore del suo marchio è pure aumentato nel 2017, piazzandosi sesto nella speciale classifica stilata dal britannico Brand Finance. Diventando così nella Top 10, insieme alla cinese ICBC, gli unici due marchi asiatici nel dominio statunitense. Inoltre, ha letteralmente spazzato via la concorrenza di casa propria, ossia degli altri marchi asiatici.

Ma vediamo chi precede Samsung e da quale marchi viene preceduta. Vincerà la sfida con Apple? Come è messa rispetto a Google e Facebook?

Il valore del marchio Samsung

A riportare la classifica di Brand Finance è Sammobile. Samsung è come detto al sesto posto a livello mondiale in termini di valore del marchio, salendo di una posizione rispetto al 2016. Il valore totale del marchio della società è passato così da 58,6 miliardi di dollari nel 2016 ai 66,2 miliardi di dollari nel 2017. Dunque, un aumento del 13% del valore del marchio. A dimostrare che il flop del Note 7 non ha scalfito poi così tanto il colosso coreano. Samsung ha letteralmente stracciato gli altri marchi coreani, dato che Hyundai Motors si è piazzato solo 60°, SK Gruppo 62° e LG Group addirittura 112°. Quest’ultima ha perso molte posizioni dunque, dato che nel 2016 era 96°. E si può parlare di vero declino.

classifica valore marchi 2017 samsung

La Top 10

Guardando alla Top 10, come detto dominata da marchi statunitensi, il primo posto spetta a Google. Tornato al primo posto quest’anno dal secondo dello scorso anno e ha visto il valore del marchio salire di 21 miliardi. Se è vero che la rivale Apple si piazza seconda, è anche vero che ha fatto registrare un crollo del valore del brand del 27%, passando da 145,9 miliardi di dollari a 107,1 miliardi di dollari. Chiude il podio Amazon. Seguono poi AT&T, Microsoft, Verizon (che perde 2 posizioni), WalMart (ottavo), Facebook (solo nono), e come detto decimo la cinese ICBC (che comunque ha scalato 3 posizioni rispetto allo scorso anno).

Leggi anche: Galaxy S8 avrà batterie da 3,250 e 3,750 mAh? Il rumor suggestivo

Insomma, anche se Apple è ancora distante, Samsung può comunque dirsi molto soddisfatta.