Un asteroide in collisione con la Terra domani
Un asteroide potenzialmente pericoloso e del diametro di 300 metri si avvicinerà al nostro pianeta nella giornata di domani, sabato 24 giugno. Gli astronomi dell’Università Federale degli Urali, che ne hanno rilevato la traiettoria, sono in guardia. L’asteroide sarà più vicino alla Terra rispetto alla Luna, ma gli scienziati ritengono che l’evento non costituisce una minaccia.

I ricercatori hanno dettagliato il corpo celeste come 441.987 2010NY65 e, con le sue dimensioni, ha sollevato le aspettative nei media in Russia e in Europa. Gli studiosi hanno cominciato a fare valutazioni delle possibili conseguenze nel caso di un possibile impatto con la Terra.

Tuttavia, nonostante le consuete preoccupazioni, l’evento non costituirebbe una minaccia, anche se la distanza con la quale ci sorvolerà il corpo celeste è otto volte superiore a quella tra la Luna e la Terra.

A soli 7 giorni dalla Giornata Internazionale dell’asteroide, che ricorrerà il 30 giugno, queste rocce erranti nel cosmo continuano a destare preoccupazioni. La data della ricorrenza è stata scelta in ricordo di una giornata come quella del 1908, durante la quale un asteroide esplose nell’atmosfera sopra la città siberiana omonima devastando grandi aree boschive. L’ampiezza dell’esplosione fu pari a quella di 185 bombe di Hiroshima .

441987 2010 NY65, dal canto suo, sorvolerà la Terra ad una velocità di 45,648 mila chilometri all’ora e si avvicinerà ad una distanza minima di 3 mila chilometri. L’asteroide è stato scoperto il 10 luglio 2010, grazie al telescopio WISE della NASA.

In caso di collisione con un asteroide, la Terra potrebbe patire la distruzione massiccia di intere aree e causare numerosi morti. In precedenza, la caduta del leggendario meteorite Chelyabinsk, di un diametro di quasi 20 volte meno a quello di 441.987 e che si abbatté sul pianeta il 15 febbraio 2013, ha lasciato più di 1.400 feriti dietro di sé e danni materiali per un valore di circa 16,7 milioni di dollari.