Chuwi Surbook è il clone economico del Surface
Lo stile del Surface di Microsoft ma ad una frazione del costo di listino? Ecco il Chuwi Surbook!

Chuwi Surbook è la risposta dell’azienda cinese a Microsoft, un clone economico del Surface Pro di Microsoft: dopo una campagna di crowdfunding di successo, si prepara a spedire i primi dispositivi entro Luglio.

Le specifiche tecniche non sono paragonabili a quelle del Surface Pro, un dispositivo che senza compromessi offre una scheda tecnica superiore. Per il prezzo a cui viene proposto il Surbook però non c’è molto da lamentarsi: per l’equivalente di circa 300 Euro possiamo portare a casa una perfetta alternativa economica al Surface Pro. Che ricordiamo, al momento costa più 800 Euro, a seconda della versione.

Le specifiche tecniche sono di tutto rispetto. Abbiamo un processore Intell Apollo Lake, un Celeron N3450 con 6GB di RAM. La memoria interna è di 64GB o 128GB a seconda della versione. C’è un ottimo display da 12,3″ di diagonale ed una risoluzione di 2736×1824 pixels.

Chuwi Surbook è il clone economico del Surface
Lo stile del Surface di Microsoft ma ad una frazione del costo di listino? Ecco il Chuwi Surbook!

A supportare l’hardware per arrivare alla fine della giornata lavorativa ci pensa una generosa batteria da 10.000 mAh. Grazie al suo design Surbook è un clone economico del Surface Pro che presenta un comodo kickstand per poter mantenere il dispositivo in posizione da lavoro.

Completano la dotazione una tastiera opzionale che si aggancia attraverso dei pin magnetici alla base del tablet ed il supporto ad una penna apposita con 1024 livelli di pressione. Possiamo ammirare il Chuwi Surbook in azione in questo video ufficiale realizzato per la conclusione della campagna di crowdfunding su IndieGoGo.

La campagna di crowdfunding è stata un discreto successo. Dell’iniziale quota di 30.000 dollari, ha raggiunto quota 700.000 dollari. Un’ottima manovra di marketing e pubblicità a costo zero quella di Chuwi, che ha acceso l’hype verso il  prodotto. Che di innovativo ha ben poco, dato che si ispira (per non dire copia, NdR) al Surface Pro di Microsoft. Un prodotto che in molti sognano di avere ad una frazione del costo: proprio quello che Surbook promette, a patto di essere consapevoli di cosa si va a scegliere

 

FONTE