In queste ore è arrivata la conferma ufficiale. La fase di sperimentazione delle nuove reti 5G è oramai pronta per partire. Il Ministero dello sviluppo economico ha comunicato i risultati dei bandi di gara per l’avvio dei test delle nuove connessioni 5G. A sperimentare il nuovo standard nella città di Milano sarà Vodafone che, forte di una copertura 4G superiore al 97% del territorio nazionale, avvierà i test sul 5G a partire dalle prossime settimane. 

Vodafone ha già reso disponibile ai suoi clienti la rete mobile 4.5G che consente di navigare in mobilità sino ad 800 Megabit al secondo ed ora si appresta a compiere un altro passo in avanti nel settore. Il nuovo standard 5G, infatti, rappresenterà un deciso passo in avanti generazionale per le reti mobili sia per quanto riguarda la velocità di navigazione (download e upload) che per i tempi di latenza. 

A testare le nuove reti 5G non sarà, però, solo Vodafone. Come stabilito dalla Commissione esaminatrice, infatti, Wind Tre e Open Fiber potranno avviare i test nelle città di Prato e L’Aquila mentre Telecom Italia, Fastweb e Huawei Technologies porteranno avanti le sperimentazioni tra Bari e Matera. 

Il processo di crescita della rete 5G coinvolgerà, in modo graduale, anche altre città italiane. TIM, infatti, inizierà a sperimentare il nuovo standard di connessione a Torino, creando una rete paneuropea di città interconnesse 5G. L’operatore, inoltre, porterà, come già comunicato dalle autorità locali, il nuovo standard di connessione anche a San Marino. 

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha fissato per il prossimo 5 settembre il termine per l’individuazione dei progetti di sperimentazione per ognuna delle tre aree. Il rilascio delle autorizzazioni provvisorie di sperimentazione dovrebbe avvenire a partire dal 22 di settembre. Ulteriori dettagli sulle tempistiche dei test e sul loro completamento arriveranno nelle prossime settimane.