mockup iPhone 8
iPhone 8 risulta essere una vera e propria star del web. E' lui lo smartphone dell'anno. Nonostante ciò, non tutti la pensano così. Secondo uno studio, questo venderà molto meno degli altri dispositivi. Si venderà un iPhone 8 ogni 5 possessori di un qualsiasi modello di iPhone. Sarà realmente così ?

Nel corso di questo 2017 la scena della telefonia mobile si è arricchita di proposte che hanno certamente puntato molto sull’innovazione tecnica delle componenti e sul design da conferire alle nuove unità di telefonia intelligente per quanto riguarda i form factory e le dimensioni dei display, dove Samsung ed LG si sono portate avanti rispetto al competitor Apple che ha già annunciato la sua rivalsa con la presentazione ufficiale del prossimo iPhone 8, atteso per il prossimo 12 Settembre 2017.

Si tratterà dello smartphone del riscatto, da volersi al preciso scopo di celebrare degnamente il decennale di una serie che in occasione di iPhone 7 non aveva effettivamente conosciuto quel cambiamento tanto atteso dal pubblico e dai fan del brand.

Quest’anno tutto potrebbe cambiare a favore di innovazioni che, come già visto, consentiranno di apprezzare al meglio le migliorie da proporsi nel campo della realtà aumentata mobile, del sistemi di ricarica rapida e senza fili ma soprattutto nelle metodiche di accesso ai dati dei dispositivi e dell’intelligenza artificiale che, come noto, spingono al massimo l’ottimizzazione generale e di sicurezza nonché l’interazione facilitata su comando vocale.

iPhone 8 Per diversi mesi i rumor si sono rivelati altalenanti in merito alla concessione o meno dei sistemi fisici integrati Touch ID per la scansione biometrica delle impronte digitali, ora avvistati all’interno di alcuni video unofficial quale componenti integrati sul retro scocca ora completamente estromessi a favore di un’implementazione che contasse unicamente sull’utilizzo dei nuovi sistemi 3D per la scansione biometrica del volto.

L’idea di una Function Area a schermo che consentisse un’interazione libera dal vincolo di un componente esterno è stata preventivamente abbandonata allo stesso modo di quanto avvenuto nel contesto dell’esperienza mobile di Samsung con Galaxy S8 ed S8 Plus prima e con Galaxy Note 8 in tempi ancor più recenti. 

Le difficoltà tecniche dovute ad una non perfetta integrazione fisico-logica delle componenti ha spinto gli ingegneri a valutare la proposta di concessione per un sistema unico di riconoscimento attivo da corrispondersi alle tecnologie 3D scanning del facial recognition ma, a quanto pare, la situazione è ben diversa e destinata ancora una volta a vedere in primo piano il classico Touch ID dedicato.

Mentre con iPhone 8 non si potrà apprezzare questo importante cambiamento, in casa Apple si lavora ad un nuovo brevetto emerso in tempi relativamente recenti, in cui si descrive una tecnologia indicata come “Sistema di rilevamento biometrico attivo con sistemi di imaging acustico”. Un brevetto che è stato catalogato con numero 9.747.488 presso l’USPTO statunitense responsabile della concessione delle proprietà intellettuali e che indica chiaramente la presenza di un nuovo metodo di scansione ed autenticazione ad ultrasuoni. iPhone 8 scanner 3D

Il sistema acustico emette pertanto un impulso acustico che passa attraverso un substrato sul quale sono posizionati dei trasduttori piezoelettrici il cui compito è quello di ricostruire l’immagine dell’impronta basandosi su creste e solchi che vengono separati e successivamente esaminati sulla base del modello originario.

In tal modo si creerebbero i giusti presupposti per l’applicazione di una tecnologia davvero innovativa che cambia radicalmente l’approccio diretto nell’utilizzo dei sistemi di autenticazione così come oggi li conosciamo. Apple si prepara quindi ad applicare questa nuova frontiera tecnologica, sebbene con iPhone 8 sarà impossibile assistere ad un’implementazione di tale livello.

La società di Cupertino avrebbe di certo potuto giocare in anticipo, visto e considerato che la concorrenza Samsung è sempre dietro l’angolo e potrebbe presto introdurre tale layer tecnologico in tempo per la commercializzazione dei futuri Galaxy S9 e Note 9 che popoleranno la scena mobile del prossimo 2018.

L’obbiettivo di Apple, in questo caso, sarà quello di prevedere un iPhone 9 decisamente fuori dagli schemi, da equipaggiarsi inoltre con display dalle dimensioni più generose (c’è chi parla già di ben 6.46 pollici) e nuovi form factory con funzionalità interattive al massimo del loro potenziale. 

Nel frattempo iPhone 8 farà di certo valere le sue doti di incontrastato top di gamma del segmento mobile, e proporrà già importanti cambiamenti che si concretizzeranno in vista della sua uscita finale ed in previsione dell’utilizzo combinato alle nuove feature iOS 11 che come abbiamo visto hanno fornito interessanti dettagli in merito ai nuovi flagship killer di quest’anno.

Le nuove unità potrebbero portare anche a nuove implementazioni funzionali per quanto riguarda l’utilizzo del tasto Home, ora programmato anche per l’attivazione manuale dell’assistente digitale mobile Siri cui viene assegnata una gesture dedicata. Si tratta, almeno per il momento, di semplici speculazioni di sorta emerse per mano di Guilherme Rambo, il quale ha concesso nuovi leak tramite Twitter in merito ai potenziali cambiamenti nei sistemi di re-map delle funzioni gesture del tasto Home.

Secondo quanto indicato dalla fonte, di fatto, pare che il codice operativo di iOS 11 includa anche un riferimento esplicito alla possibilità di poter assegnare l’attivazione di Siri ad un comando di pressione prolungata sul tasto di accensione di iPhone 8. Sicuramente una prospettiva interessante, che migliora l’interattività portandosi sullo stesso piano dei sistemi Bixby IA di Samsung cui viene dedicato un apposito pulsante fisico.

Ad ogni modo tutto ciò potrebbe anche tradursi in confusione per l’utente finale che, di fatto, potrebbe non distinguere la gesture di spegnimento da quella di attivazione del sistema di comando intelligente vocale.

Ulteriori informazioni ci saranno rivelate il prossimo 12 Settembre 2017, quanto Apple si appresterà finalmente a presentare i nuovi terminali ad un pubblico che non vede letteralmente l’ora di mettere a tacere le indiscrezioni del periodo in merito ad un terminale che si prospetta decisamente interessante su più fronti.

E voi che cosa ne pensate riguarda alle implementazioni Touch ID iPhone 8 ed ai sistemi alternativi per il richiamo delle funzioni IA di Siri? Voi come risolvereste? Spazio a tutti i vostri commenti ed a tutte le vostre personali considerazioni al riguardo.

FONTE