AirPods nuove
Se fate bene attenzione al case degli AirPods potete notare il nuovo LED posizionato all'esterno. I colori saranno gli stessi della versione precedente. Arancione quando il dispositivo è in carica e verde quando il dispositivo ha un elevato livello di carica.

Prima che si tenesse la presentazione ufficiale di Apple il 12 settembre scorso, abbiamo parlato di tutte le possibili news che sarebbero potute apparire nel corso dell’evento. Molte di queste si sono viste confermate. Infatti si era parlato dell’uscita di una nuova Apple TV che supportasse la risoluzione in 4K e l’HDR e così è stato, poi abbiamo parlato anche di due nuovi modelli di Apple Watch, la cosiddetta Series 3 di cui uno dotato di modulo dati autonomo e così è stato. Confermati, infine, anche i tre modelli di iPhone. Questi si sono rivelati esattamente identici a come li avevamo descritti negli scorsi mesi. Vi avevamo parlato anche di una possibile nuova versione degli auricolari AirPods. Le voci parlavano infatti di una nuova edizione leggermente migliorata.

Vi avevamo precisato che le indiscrezioni a riguardo non erano del tutto certe e di conseguenza vi abbiamo suggerito di prendere con le pinze le informazioni date almeno fino al momento della presentazione ufficiale. Il giorno è arrivato e le notizie ufficiali anche. Ora possiamo dirvi con certezza che un “nuovo” modello di AirPods arriverà.

E’ questo solo uno dei prodotti che l’azienda della mela morsicata ha deciso di presentare nel corso dell’evento in maniera velata. Bisogna ricordare infatti che hanno seguito la stessa sorte anche alcuni cinturini di Apple Watch, nonchè le nuove cover di iPhone 8, 8 Plus e iPhone X. E’ giusto dire che è stata introdotta una nuova custodia nel catalogo accessori senza che ne sia stato fatto alcun cenno. La cosiddetta “folio case” per iPhone X. Stesso discorso anche per il prodotto di cui vi abbiamo parlato nelle scorse ore, AirPower. Apple si è limitata ad un breve video dimostrativo del suo funzionamento ma nulla è stato detto riguardo l’effettiva data d’uscita. Tutto ciò che sappiamo è che quest’ultimo prodotto arriverà nel 2018. Non è però chiaro quale sia il mese effettivo. Ciò che si presuppone è che la data non dovrebbe cadere oltre il mese di marzo.

iPhone X focus
tra i prodotti più interessanti della presentazione indubbiamente troviamo il nuovo iPhone X. Non c’è alcun dubbio che questo sarà uno dei modelli più venduti in assoluto nonostante abbia comunque un elevato costo. Indubbiamente anche tutti gli altri prodotti presentati avranno un ottimo riscontro di gradimento.

Nuovo case di ricarica per gli auricolari AirPods

Vi avevamo accennato della possibilità di un miglioramento per quanto riguarda gli auricolari wireless della mela morsicata. Il tutto è divenuto ufficiale durante l’evento di presentazione dei nuovi iPhone. Infatti, anche se non è stato esplicitamente mostrato è apparso ben visibile in uno dei video principali relativi alla funzionalità wireless dei prodotti Apple. E’ proprio nello “sneak peek” dove viene mostrato il funzionamento della base di ricarica wireless AirPower che si intravede un nuovo modello di AirPods.

Bisogna dire che non si tratterà di un vero e proprio nuovo modello, ma di quello che avevamo già preannunciato. Ovvero una leggera miglioria che permette di mettere in campo una nuova funzione. Avevamo parlato infatti dello spostamento del LED interno al case degli AirPods. Questo sarà spostato all’esterno della cover per permettere ai vari utenti di controllare il livello di carica del dispositivo anche non dovendo per forza aprire la custodia. Pensavamo che questa fosse l’unica delle novità che il nuovo modello di AirPods avesse in serbo per noi. Invece, dopo la presentazione del 12 settembre è tutto molto più chiaro.

AirPods nuove
Se fate bene attenzione al case degli AirPods potete notare il nuovo LED posizionato all’esterno. I colori saranno gli stessi della versione precedente. Arancione quando il dispositivo è in carica e verde quando il dispositivo ha un elevato livello di carica. Risulta essere solo questa la differenza estetica che contraddistinguerà il nuovo prodotto da quello attualmente disponibile.

Non saranno le AirPods a cambiare volto ma solamente il case. Pare infatti che questo è stato riprogettato non solo per una maggiore comodità nell’utilizzo ma anche per essere compatibile con il nuovo prodotto di ricarica wireless. Il funzionamento è molto semplice ed è stato spiegato indirettamente nel corso dello sneak peek. Basta poggiare la custodia di ricarica sopra la base AirPower per far si che gli auricolari si carichino. 

Quando uscirà il case e quanto costerà ?

E’ stato tutto molto vago per alcune ore, come abbiamo già detto, Apple non si è sprecata in merito e si è limitata a mostrare il nuovo prodotto solo in video. Pare che però una fonte molto credibile sia giunta a delle informazioni concrete a riguardo. Stiamo parlando del noto sito MacPrime, il quale avrebbe ricevuto le informazioni relative al prossimo case degli auricolari AirPods direttamente dalla Apple. Con precisione Apple Svizzera. Da quanto detto dal sito, il nuovo porta auricolari dovrebbe arrivare prima dell’uscita della nuova base di ricarica AirPower.

iPhone 8 Airpods
Il nuovo case avrà lo stesso costo di quello attualmente disponibile. Serviranno 69 dollari per acquistare il nuovo case wireless. Stessa cifra che l’azienda di Cupertino chiede se si vuole sostituire l’attuale case con uno nuovo. L’uscita dovrebbe essere prevista per la fine di quest’anno, dicembre per essere precisi. Non sappiamo fino a che punto questo si rivelerà un prodotto che gli utenti acquisteranno.

Stando alle conferme di Apple Svizzera, il prodotto dovrebbe essere disponibile in Europa già a partire dal mese di dicembre di quest’anno, ovvero qualche mese prima dell’uscita della base di ricarica wireless. A quanto pare non sarà venduto insieme agli auricolari ma si tratterà di un supplemento. Ebbene sì, il nuovo case si dovrà acquistare separatamente. Il prezzo sarebbe lo stesso di quello del case normale. Necessiteranno quindi 69 dollari per acquistarlo. Ovvero l’importo esatto che Apple vi chiede ad oggi per sostituire l’attuale modello con uno nuovo sostitutivo. Non possiamo dire ad oggi se questo prodotto si rivelerà utile o meno. Ricordiamo solo che a livello estetico rimarrà prettamente identico al modello originale con la sola differenza del LED che sarà ora presente sul fronte.

Anche gli AirPods adottano una soluzione di ricarica wireless

La differenza sostanziale sta nell’interno. Apple sta cercando di uniformare i suoi prodotti. All’interno del nuovo case sarà integrato infatti un circuito che permetterà di effettuare la ricarica wireless secondo il sistema Open QI. Lo stesso ed identico sistema montato sui nuovi iPhone 8, iPhone 8 Plus e iPhone X. A partire quindi dall’anno prossimo tutti gli utenti in possesso di uno di questi tre smartphone potranno decidere di acquistare questo nuovo case per permettere di caricare i dispositivi su di un’unica base di ricarica wireless. Ricordiamo che il sistema di ricarica wireless è compatibile non solo con AirPower ma anche con tutta la miriade di basi di ricarica wireless che sfruttano il sistema Open QI.

AirPower Apple
Gli AirPods potranno essere ricaricati con qualsiasi tipo di base di ricarica wireless che supporti il sistema Oper QI. Il top, però, lo si raggiunge quando la base di ricarica è firmata da Apple stessa. Come non poteva l’azienda della mela presentare un prodotto proprio innovativo ?. Grazie ad AirPower sarà possibile ricaricare fino a tre dispositivi contemporaneamente. I fili non saranno più un problema.

Ciò che indubbiamente ne risentirà sarà il portafogli. Questi sono oggetti che semplificano il modo di fare le cose ma che nello stesso tempo risultano essere molto costosi in confronto alla funzione che svolgono. Si consideri che 69 dollari serviranno solo per acquistare il case degli AirPods. Discorso analogo per la base di ricarica originale. Apple non ha fatto cenno riguardo il prezzo ma questo supererà i 100 dollari senza alcun dubbio. Ci vorranno circa 200 dollari, quindi, per adattarsi alla nuova tecnologia. Un costo che sicuramente non tutti gli utenti saranno disposti a pagare.

Fonte: MacPrime.ch