Google Maps: da oggi potrete condividere video dei vostri luoghi preferiti

Google Maps si aggiorna con un’importante novità, consentendo di aggiungere video oltre alle foto e alle recensioni a luoghi di interesse come monumenti, bar, ristoranti. Una funzione inizialmente disponibile solo per le Guide Locali, tutte quelle persone che si distinguono per il loro servizio di continuo miglioramento di Google Maps e che aggiungono continuamente nuovi dettagli a luoghi di interesse.

La sezione “Contributi” di Google Maps si espande quindi con una possibilità unica. Foto e recensioni su luoghi ad alto interesse sono già una realtà consolidata su Google Maps, ma con i video si potrà avere subito un’idea dettagliata di cosa ci si può aspettare. Ad esempio possiamo valutare il traffico di una determinata area, oppure guardare come un barista prepara un favoloso cocktail. O ancora uno chef all’opera in un ristorante, un’attrazione turistica in funzione e via discorrendo.

Google Maps: da oggi potrete condividere video dei vostri luoghi preferiti

Le possibilità offerte dall’utilizzo dei video su Google Maps sono davvero infinite, ed arrivano anche come uno strumento utile a chi è il gestore di un’attività presente sul noto servizio di Google. Moltissime persone si affidano ad una veloce ricerca sul motore di ricerca più utilizzato al mondo per ottenere informazioni su luoghi da visitare o alla ricerca di un buon ristorante, senza passare da servizi accessori come Fork o TripAdvisor.

Condividere video è facile come condividere foto. Dall’interno dell’app di Google Maps possiamo ricercare un luogo qualsiasi e aggiungere un video dalla nostra galleria come se volessimo aggiungere una foto, ed il gioco è fatto. Indipendetemente dalla grandezza del video, solo i primi 30 secondi verranno caricati su Google Maps e avranno la possibilità di essere visualizzati, per ovvie ragioni.

La nuova funzione di Google Maps è al momento disponibile solo per l’app Android, ma prevediamo che nel prossimo futuro verrà aggiunta anche alla versione iOS.

FONTE