iPhone X focus

I nuovi prodotti Apple sono stati presentati solo da pochi giorni e ancora ad oggi non tutte le caratteristiche sono ben chiare agli utenti. Bisogna dire che l’azienda della mela morsicata si è vista costretta a limitare le informazioni date nel corse della presentazione. Ne abbiamo già parlato ampiamente, è la prima volta che Apple decide di presentare così tanti prodotti in un’unica occasione. Sarebbe stato decisamente più semplice se si fosse trattato di prodotti di livello minore ma in questo caso parliamo di tutto un insieme di dispositivi che hanno primo piano nell’ecosistema della mela morsicata. Di conseguenza il lavoro di presentazione non è mai semplice. Sopratutto quando deve ridursi a 2 ore scarse. 

Considerando che si è parlato anche di altro nel corso della presentazione, il tempo rimasto si è rivelato appena necessario per descrivere le informazioni principali dei dispositivi. Abbiamo parlato nelle scorse ore di tutti quei cambiamenti che Apple ha apportato al proprio catalogo senza nemmeno farne cenno nel corso dell’evento. Un esempio è la nuova collezione di accessori di cui vi abbiamo mostrato le novità, stesso discorso per il nuovo case degli AirPods. questo è stato mostrato solamente nel video della nuova AirPower ma non è stato fatto nessun cenno esplicito riferito ad essa. Altri interrogativi sono rimasti anche per quanto riguarda i prodotti principali. 

Bisogna tener conto, infatti, che alcune delle caratteristiche dei nuovi iPhone non sono state colte da tutti quelli che hanno assistito alla presentazione. E’ infatti solo dopo un’attenta analisi delle specifiche tecniche dei nuovi smartphone, che è possibile trovare sul sito ufficiale dell’azienda, che trapelano quelle che sono le ulteriori funzioni secondarie dei melafonini. Seppur si tratti di migliorie di poco conto, c’è da dire che possono far la differenza. E’ sempre giusto informare i propri clienti nella maniera più completa possibile al fine di creare un immagine del prodotto trasparente.

Quest’anno pare che Apple non sia riuscita in maniera eccelsa in questo tipo di intento. Una delle funzionalità che è stata praticamente ignorata nel corso dell’evento del 12 settembre ha come protagonista la ricarica dello smartphone. I nuovi iPhone potranno infatti raggiungere un carica notevole in brevissimo tempo. La cosiddetta ricarica veloce che già altri dispositivi di diverse aziende hanno in dotazione. Di che si tratta ? Ve lo spieghiamo qui sotto.

iPhone 8 e iPhone X supportano la ricarica veloce

Scommetto che sono davvero pochi gli utenti a conoscenza del fatto che i nuovi iPhone possono raggiungere il 50 % di carica in 30 minuti. Ebbene è proprio così. Nonostante l’azienda della mela morsicata non ne abbia parlato, questa è una delle caratteristiche che contraddistinguerà i nuovi prodotti. Basta dare uno sguardo alla pagina relativa alle specifiche tecniche dei prodotti per rendersi conto di quanto sto dicendo. Ecco ciò che si legge:

Ricarica veloce:

  • ricarica fino al 50% in 30 minuti
  • Batteria ricaricabile integrata agli ioni di litio
  • Ricarica wireless (con i caricabatterie Qi)
  •     //        tramite computer via USB o tramite alimentatore
  • Ricarica veloce
iPhone X, iPhone 8 e iPhone 8 Plus differenze
Una funzione dei nuovi iPhone di cui Apple non ha discusso nel corso della presentazione ufficiale riguarda sempre l’ambito della ricarica. Scommettiamo che sono davvero pochi gli utenti ad essere a conoscenza del fatto che i nuovi iPhone posso raggiungere il 50 % di carica in 30 minuti. C’è però un piccolo problemino.

E’ quindi possibile ricaricare lo smartphone in maniera veloce. Certo, bisogna dire che non è la prima azienda che produce una cosa di questo tipo. Basti pensare che alcuni modelli di smartphone di aziende concorrenti riescono a raggiungere nello stesso tempo di 30 minuti un livello di ricarica che si attesta all’80 %. Non sappiamo quanto tempo richieda la carica completa utilizzando questa modalità di ricarica. Solitamente però la velocità diminuisce con il crescere della carica. Facendo una stima veloce si presume che ci vorrà quantomeno un’ora e mezza per completare l’intera carica.

C’è un però riguardo la nuova ricarica rapida

Quello che vi stiamo per dire potrebbe essere la motivazione per la quale la casa di Cupertino ha deciso di non mettere in evidenza la nuova funzione di ricarica rapida. Infatti, sempre all’interno delle specifiche tecniche di cui sopra vi abbiamo riportato la parte interessata, appaiono delle clausole. Alcune proprio riguardanti questa specifica funzione. Si scopre infatti che per permettere ai vari smartphone di sfruttare il metodo di ricarica rapida bisogna dotarsi di accessori opzionali. Di conseguenza, non solo un utente deve spendere una bella cifra per comprare i prodotti, ma deve addirittura aggiungere altri soldi alla somma per avere a disposizione tutte le funzioni possibili.

“Test condotti da Apple nell’agosto 2017 utilizzando iPhone 8, iPhone 8 Plus, iPhone X e software di pre-produzione, e alimentatori USB‑C Apple (modello A1540 da 29W, modello A1718 da 61W, modello A1719 da 87W). I test della ricarica veloce sono stati condotti utilizzando iPhone con batteria completamente scarica. I tempi di ricarica dipendono dalle condizioni ambientali; i risultati effettivi possono variare.”

iPhone X AppleCare+
La ricarica rapida avrà un costo che certamente per molti non risulterà irrilevante. Per utilizzare la funzione sarà necessario, infatti, acquistare l’alimentatore che sullo store è venduto al costo di 59 euro e inoltre il cavo compatibile con esso disponibile sempre sullo store al costo di 29 euro.

Da come potete leggere bisogna dotarsi di un alimentatore differente e non solo, bisogna che ci sia anche il cavo che si adatti a questo tipo di alimentatore. Gli unici agevolati da questo punto di vista saranno i possessori dei vari modelli di MacBook. Tutti gli altri utenti dovranno sborsare una notevole somma.

Ecco quali sono i costi della ricarica rapida su iPhone 8 e iPhone X

Apple si fa pagare davvero tutto, quest’anno i prezzi sono nettamente più elevati anche per quanto riguarda gli optional. Se si vuole sfruttare questa nuova funzione di ricarica wireless e non si è possessori di MacBook sarete costretti ad acquistare le componenti  necessarie separatamente. Il primo importante componente che serve è l’alimentatore che è attualmente utilizzato per la ricarica dei MacBook. Il suo costo sullo store ufficiale è di 59 euro. Il secondo e ultimo componente che serve è il cavo che viene anch’esso venduto sullo store ufficiale al costo di 29 euro. Serviranno così circa 90 euro per poter sfruttare questa funzione.

Sicuramente non si tratta di una cifra di poco conto in relazione alla funzione svolta. Molto probabilmente questa sarà utilizzata solo da coloro che sono già in possesso dell’alimentatore di MacBook. Gli utenti disposti a pagare di sana pianta novanta euro per sfruttare la ricarica veloce sono davvero pochi.

iPhone X folio case
Ecco in foto le nuove immagini apparse oggi sullo store ufficiale di Apple relative alla folio case di iPhone X. Ricordiamo che fino a qualche giorno fa era presente solamente la foto che ritraeva il retro della custodia. Il prezzo risulta essere molto alto, 109 euro. Da come è possibile notare in foto, il prodotto non può essere ancora acquistato.

Nello stesso tempo vi facciamo sapere che sono emerse nella giornata di oggi sullo store ufficiale le immagini più specifiche riguardo un’altro degli accessori di uno dei prossimi smartphone. Stiamo parlando della folio case di iPhone X  di cui abbiamo parlato nelle scorse ore. Anch’essa molto costosa (109 euro) non risulta ancora disponibile sullo store ma quantomeno possiamo ammirarne il suo design. Quanti saranno, anche in questo caso, gli utenti disposti a pagare una cifra eccessiva per un prodotto che può essere acquistato a meno della metà del prezzo da diversi produttori di custodie ? Lo scopriremo molto presto.

Fonte: Apple.com