iPhone 8 unmount

iPhone 8 è appena sbarcato ufficialmente nel contesto del mercato di vendita italiano, ma all’estero si è già messa mano al nuovo gioiellino di casa Apple, presentato lo scorso 12 Settembre 2017 nel contesto di un palco espositivo che ha finalmente messo a tacere tutti i rumor degli ultimi mesi coinvolgendo ed affascinando un pubblico che quest’anno potrà finalmente beneficiare di un supporto rivoluzionario, da affiancare anche alle proposte iPhone 8 Plus ed ai decennali della serie iPhone X, sui quali si è aperto un focus particolareggiato sugli aspetti tecnici e sul comparto software a poche ore dall’evento ufficiale che li ha lanciati.

Dopo i primi stress test condotti per mano del noto JerryRigEverything e gli elogi ricevuti dagli autorevoli esponenti del team Dx0Mark per l’esclusivo comparto camera Premium il terminale cade nella capaci mani degli esperti iFixit, giunti al loro primo teardown ufficiale del melafonino, dal quale si scoprono 5 novità inattese che passeremo in rassegna all’interno di questo post. 

iPhone 8: ecco com’è fattoiPhone 8 teardown

iFixit ha concesso una vista d’insieme sulle componenti interne iPhone 8 e sul nuovo profilo tecnico e strutturale conferito dal costruttore di Cupertino, il quale in sede di Conferenza Stampa si è riservato il diritto di soprassedere in merito ad alcune informazioni chiave scorte ora in fase di unmounting. Sono 5 le novità rilevanti emerse dalla procedura. Scopriamole subito.

  1. Batteria più piccolaiPhone 8 batteria

Apple ha già confermato gli estremi di longevità operativa per le nuove unità, indicando come queste siano perfettamente in grado di portarsi in linea con l’autonomia conferita lo scorso anno su iPhone 7. La cosa che stupisce, in questo caso, è la presenza di una batteria agli ioni di litio di capacità minore. In un’unità da circa 1.822mAh (6.96Wh) la società è riuscita ad eguagliare i valori di autonomia di iPhone 7, che aveva precedentemente previsto invece l’adozione di supporti integrati con capacità assoluta delle celle pari a 1.960mAh (7.45Wh).

Si tratta di un’ulteriore conferma sugli estremi dell’autonomia totale indicati all’interno dei documenti ufficiali forniti da Apple al TENAA, ovvero sia l’ente di certificazione cinese parallelo alla FCC statunitense. Che l’equivalenza di autonomia sia dovuta soltanto all’adozione delle nuove unità TSMC A11 Bionic con processo produttivo a 10 nanometri? O c’è anche lo zampino di Apple e delle sue ottimizzazioni software ai processi di sistema?

iOS 11 ci ha messo sicuramente del suo, ma il nuovo profilo costruttivo per i SoC ha senz’altro giocato a favore dell’autonomia generale, nonostante un pannello di visualizzazione più esigente dal punto di vista energetico rispetto alla controparte IPS LCD iPhone 7 dello scorso anno. 

2. Modem Gigabit LTE

Il sistema di trasmissione cellulare per iPhone 8 ha visto la presenza di un chip ad alta velocità con potenziale supporto alla tecnologia Gigabit LTE. Il termine “potenziale” è stato in questo caso volutamente introdotto, in luogo del fatto che tale informazione è da circoscriversi soltanto a livello teorico.

La scoperta del modem Qualcomm X16 lascia di fatto intendere che iPhone 8 abbia tutte le carte in regola per offrire il supporto pieno a questa tecnologia, visto che il transceiver Qualcomm WTR5975 RF è stato progettato al preciso scopo di fornire l’integrazione con unità aventi il supporto Gigabit LTE. 

Peccato che Apple non abbia previsto una fase di sperimentazione diretta per l’accesso alle reti ultrabroadband mobile per i suoi ultimi arrivati. Che il motivo sia da ricercare nel fatto che alcune unità equipaggiano modem Intel chiaramente sprovvisti di tale supporto?

In tal caso il motivo della mancata implementazione del supporto diretto sarebbe chiaramente da ricercare nella strategia di mercato Apple, e nella mancata possibilità che si venga a creare una disparità di utilizzo implicita che di certo non verrebbe ben accolta da utenti che si portano ad una spesa senz’altro importante pur di garantirsi le ultime innovazioni disponibili nel comparto mobile communications.

3. Vetro posteriore troppo “appiccicoso”

L’utilizzo del vetro per il profilo posteriore della scocca iPhone 8 ha concesso l’esclusiva di utilizzo per le nuove funzionalità induttive di ricarica in tecnologia Wireless su dock dedicata. Un layer tecnologico sul quale abbiamo avuto già modo di discutere ma che lascia ora spazio ad una serie di problematiche di sorta dovute alla presenza di una piastra di rinforzo in acciaio tenuta saldamente ancorata al profilo interno da una massiccia quantità di collante industriale che non agevola in nessun caso una riparazione fai da te del componente. 

L’utilizzo di un qualche tipo di colla è chiaramente necessario per garantire il fattore di impermeabilizzazione così come stabilito dagli standard internazionali IP67 ma in tal caso sappiate che è impossibile accedere al vano posteriore senza danneggiare il metallo utilizzato nel processo di costruzione e senza compromettere la scocca posteriore. 

Ciò potrebbe spiegare perché Apple prevede che in caso di danni al vetro posteriore si preveda un addebito sui costi di intervento di $99 anche a fronte di un’assicurazione sottoscritta secondo i termini di AppleCare+.

4. iPhone 8 e ricarica wireless: come funziona

iPhone 8, quindi, ha introdotto la ricarica wireless ereditata sia nei modelli Plus che per gli iPhone del decennale. Si tratta sicuramente di un importante valore aggiunto che appiana le differenze con i competitor di settore, primo fra tutti Samsung Electronics. Gli esperti di iFixit hanno voluto indagare a fondo sulla questione wireless-charging esaminando il comportamento di questo nuovo sistema.

Cosa è emerso? Nulla di speciale. Si tratta semplicemente di una bobina induttiva che genera un campo magnetico interno in grado di trasferire l’energia senza la necessità ausiliaria di un cavo di ricarica che sfrutti l’ingresso Lightning, che può essere utilizzato in vece per altri scopi come l’ascolto musicale in cuffia, in luogo del fatto che anche quest’anno la società non ha previsto il supporto diretto al tradizionale jack analogico nel formato da 3.5mm.

5. A proposito di porta Lightning…iPhone 8 connettore

Una novità molto meno interessante si corrisponde nei confronti della colorazione interna conferita alla porta LIghtning. Non è una vera e propria novità, ma basti sapere che il connettore proprietario riporta la stessa colorazione del telefono, uniformandosi a quest’ultimo per quanto riguarda il profilo estetico. In fondo contano anche i dettagli, non credete? 

Sono queste le 5 novità emerse direttamente dall’esame della struttura interna di iPhone 8. Ma che cosa contraddistingue i nuovi terminali dalla concorrenza per quanto riguarda le potenzialità strettamente tecniche? Ecco un profilo completo sulle caratteristiche hardware dei nuovi dispositivi. A questo indirizzo, inoltre, potrai scoprire quali sono le tangibili differenze che intercorrono tra le nuove proposte di mercato. Facci sapere come ti sono parsi i nuovi flaghip killer di Cupertino. Spazio a tutti i tuoi commenti. 

Scheda Tecnica Completa iPhone 8 ed iPhone 8 Plusiphone 8 8Plus

Display: Pannello Capacitivo Multi-Touch 3D Retina HD True Tone IPS LCD Display borderless con diagonali da 4.7 e 5.5 pollici con risoluzione d’uscita HD @1.334×750 pixel a 326ppi (iPhone 8 Standard) e Full HD @1.920×1.080p (iPhone 8 Plus) con densità in pixel di 401ppi su rivestimento protettivo oleorepellente in vetro con fattore di forma standard 16:9 e rapporti luminosità/contrasto di 625cd/m2 – 1.300-1.400:1

Processore: Exa-Core TSMC System Core A11 Neural Bionic Engine con architettura base 10 nanometri 64-bit @2.5GHz + Co-Processore Matematico M11 e GPU Apple

Memoria RAM: 3GB LPDDR4X Technology

Memoria ROM: 64/125GB non espandibili tramite slot per microSD Card

SIM Card: Formato Nano-SIM

Fotocamera Posteriore: 12+12 Megapixel Dual-Cam Technology Tele + Grandangolo (iPhone 8 Plus – 12MP Single-Lens su iPhone 8 Standard) con tecnologia di stabilizzazione ottica di immagine a 6 assi (OIS), HDR, sistema di messa a fuoco automatica @f/1.8-f/2.8 con supporto al Quad LED Flash Dual Tone e zoom digitale 10X (5X su iPhone Standard). Video recording avanzato nel formato 4K 60fps con Super Slow-Motion Support fino a 240fps in formato Full HD.

Fotocamera Anteriore: 7 Megapixel con apertura focale @f/2.2, Sensore BSI (backside illumination) e front-cam 3D Facial Recognition Technology con sistema di stabilizzazione ottica dell’immagine (OIS)

Connessioni: 4G LTE-A ready con supporto VoLTE, WiFi ac MIMO doppia banda 2.4GHz/5GHz, NFC, Bluetooth 5.0 e connettore Lightning, GPS con A-GPS, GLONASS Geo-System, Galileo e QZSS

Sensori: Luminosità ambientale, Proximity sensor,, accelerometro, giroscopio, bussola

Dimensioni: 138.4 x 67.3 x 7.3 mm (Standard); 158.4 x 78.1 x 7.5 mm (Plus)

Peso: 148 grammi (standard); 202 grammi (Plus)

Batteria: 1.822mAh (iPhone 8 Standard) non removibile con funzione ricarica wireless e fast charging (circa 50% di carica in 30 minuti); autonomia dichiarata in navigazione di 12 ore (modello standard) e 13 ore (modello Plus)

Sicurezza: scanner intelligente integrato per le impronte digitali disposto frontalmente su tasto Home

Funzioni Esclusive: Impermeabilizzazione Standard IP67 per entrambi i modelli, supporto Apple Pay, Siri IA con motore di dettatura Smart, feature avanzate per l’accessibilità

Sistema Operativo: iOS 11

Colorazioni Disponibili: Oro, argento, grigio siderale

Bundle: smartphone, Auricolari EarPods con connettore Lightning, Adattatore da Lightning a jack cuffie (3,5 mm), Cavo da Lightning a USB, alimentatore USB e documentazione di supporto

FONTE