Xiaomi Redmi Note 5

Xiaomi Technologies rappresenta una società che si pone a margine di una concorrenza che, allo stesso modo, opera abbracciando più rami della moderna tecnologia, concedendo al pubblico un accesso di mercato diversificato per le soluzioni hi-tech che vanno dall’automazione domestica, alla telefonia mobile ed al segmento degli indossabili in prima battuta. 

Dopo le ultime presentazioni ufficiali del segmento wearable e smartphone, dove si sono potute conoscere le sembianze di nuovi e senz’altro intriganti protagonisti come il nuovo ed economico AmazFit Band RGB ed i device delle line-up top-end e midrange delle serie Xiaomi Mi MIX 2 e Xiaomi Mi Note 3 ecco giungere notizia a proposito di un nuovo medio gamma che rivestirà il ruolo di best-buy Device nel contesto della famiglia Redmi Note della società.

Stiamo parlando di uno Xiaomi Redmi Note 5 per il quale le fonti indicano la presenza di un nuovo livello di intelligenza integrata a livello di SoC per le revisioni Qualcomm Snapdragon 660 dei chip. L’adozione di tale componente già di per se la dice lunga sul livello di prestazioni apprezzabili nell’utilizzo quotidiano del terminale.Xiaomi

Meno importante, invece, è il quantitativo di RAM conferito ai chip interni per la memoria, che in linea con quanto appreso dai portavoce non dovrebbero superare i 3 o 4GB a seconda della versione e del mercato di destinazione.

Ad ogni modo, nonostante il trend del mercato asiatico viri per predisposizioni di quantitativi di memoria RAM e ROM da associare ai terminali ben più ampi delle controparti occidentali nella stessa fascia di mercato, si tratta pur sempre di medio gamma che puntano alla massimizzazione del rapporto qualità/prezzo e quindi ad un compromesso accettabile tra usabilità e convenienza.

Comunque sia, si potrà avere un terminale dalle prestazioni ragguardevoli e con al seguito dotazioni integrate di memoria ROM in versione standard da 32 o 64GB con previsto slot esterno per l’ampliamento opzionale dello spazio di memoria tramite microSD Card. Xiaomi Redmi Note 5

Una delle novità più interessanti proposte da Xiaomi con queste sue nuove unità resta ad ogni modo la potenziale implementazione di un comparto camera posteriore in duplice soluzione, con previsti obiettivi RGB 16 + 5 Megapixel Monochrome. In dotazione, inoltre, si avrà anche un’unità di visualizzazione con estensione diagonale da 5.5 pollici calibrata su una risoluzione d’uscita Full HD @1.920×1.080 pixel con fattore di forma e quindi rapporto d’aspetto in versione classica nel formato 16:9.

Tutto l’hardware di potenza fa capo poi ad un supporto energetico dalla capacità importante. Si parla di celle da ben 4.000mAh che unitamente alle ottimizzazioni ai SoC ed ai miglioramenti apportati alla UI proprietaria MIUI 9 ed al sistema base per Android Nougat v.7.1.1 consentirà di superare ampiamente la giornata tipica di utilizzo in luogo di un’interazione normalizzata.

Qual’è il punto forte di questo nuovo telefono nonostante non si sia chiaramente in presenza di un top di gamma allo stato puro? Certamente lo avrete già capito, il prezzo. Si parla infatti di cifre che non superano i €130 di listino al day-one. Un best-buy assoluto? A questo prezzo crediamo proprio di si? E voi?

Spazio a tutte le vostre considerazioni al riguardo ed a tutti i vostri commenti in attesa di un evento di presentazione che potrebbe verosimilmente concretizzarsi nel giro di poche settimane.

FONTE