Nubia al lavoro su smartphone con 4 fotocamere: potrebbe chiamarsi Nubia Z17s

Nubia Z17s sarà uno smartphone top di gamma con 4 fotocamere: è quanto emerge dalle ultime indiscrezioni che lo ritraggono in foto reali. Pochi giorni fa un misterioso dispositivo è stato certificato dal TEENA, l’ente cinese che appunto esamina e certifica le caratteristiche tecniche dei dispositivi per dare il “via libera” alla loro commercializzazione.

Nubia al lavoro su smartphone con 4 fotocamere: potrebbe chiamarsi Nubia Z17s

Nome in codice Nubia NX59J, questo smartphone presenta una particolarità peculiare: la presenza di ben 4 fotocamere. Due frontali e due posteriori, è chiaro che Nubia voglia attirare un’utenza che ama scattare fotografie con il proprio smartphone ed ha una propensione spiccata verso un utilizzo social del proprio dispositivo. 

[Not a valid template]

Secondo i rumours, le fotocamere frontali saranno dotate di due sensori da 16 Megapixel, mentre il comparto fotografico posteriore vanterà due fotocamere da 13 Megapixel. Totale di 4 fotocamere e 58 Megapixel totali.

[Not a valid template]

Anche Huawei Mate Lite, che sarà presentato il prossimo 16 Ottobre in un evento a Monaco, sarà dotato di quattro fotocamere. La doppia fotocamera posteriore o anteriore può servire per utilizzare uno Zoom ottico senza perdita di definizione d’immagine, come avviene ad esempio su iPhone 8 Plus e iPhone X, oppure per abilitare una fotocamera grandangolare che consente di riprendere una porzione di scena più ampia. E’ il caso d’utilizzo per gli smartphone che fanno del comparto “selfie” il loro punto di forza, con la possibilità di effettuare autoscatti con uno scenario più ampio rispetto ad un sensore singolo.

Nubia Z17s secondo le ultime indiscrezioni avrebbe una scheda da top di gamma, con Snapdragon 835, 6GB di RAM, schermo da 5.5″ Full-HD, batteria da 3100 mAh. Una gradita novità però è la presenza a bordo di Android Nougat 7.1.1, con la solita personalizzazione dell’azienda, la Nubia UI. Una notizia gradita, data la storica avversione di Nubia per gli aggiornamenti di sistema.

 

FONTE