Apple logo arcobaleno
Apple ha registrato il suo logo iconico che rappresenta la mela arcobaleno in Giamaica lo scorso luglio. A quanto pare però le sue vedute sono più ampie, il logo, infatti, è stato presentato anche all'US Patent

Proprio ieri abbiamo parlato delle piccole problematiche con la quale Apple ha avuto a che fare negli scorsi mesi. La causa sarebbe la troppa intraprendenza dell’azienda che quest’anno ha voluto eccedere i limiti senza accertarsi delle effettive potenzialità delle sue scelte. Fatto sta che un ritorno alle origini non sarebbe visto poi così tanto di cattivo occhio. In effetti ciò che serve ora alla casa della morsicata ora è di avvicinarsi il più possibile a quelli che erano gli ideali del suo fondatore Steve Jobs. Con questo non vogliamo dire che l’azienda deve iniziare a produrre prodotti poco innovativi, anzi il contrario. I prodotti devono essere un connubio tra innovazione e performance. Due fattori che il mitico Steve Jobs riusciva a far combaciare perfettamente.

Ieri Apple ha raggiunto uno dei suoi piccoli traguardi. Finalmente, l’azienda ha reso disponibile un aggiornamento software per mettere fine al curioso bug che mandava in tilt i dispositivi iPhone e iPad. Proprio ieri avevamo parlato di una possibile risoluzione in questo senso che avrebbe messo fine alle polemiche. Per la gioia di molti è arrivato molto prima del previsto, infatti dalla giornata di oggi è possibile scaricarlo in tutti i dispositivi che supportano iOS 11.

Ciò di cui vogliamo parlare oggi è però un evento altrettanto curioso che la Apple sta cercando di mettere in pratica. Stiamo parlando di un qualcosa che si può definire in un certo senso un ritorno al passato molto particolare. Ecco di cosa stiamo parlando.

Sostituzione batteria iPhone Apple furbetti
Apple starebbe rivalutando un ritorno al passato, ma non un ritorno al passato come tutti lo immaginano. Stiamo parlando di qualcosa di particolare e colorato. Siamo sicuri che molti fan della mela morsicata saranno contenti della scelta attuata dall’azienda di Cupertino.

Un ritorno della mela arcobaleno sui futuri dispositivi Apple ?

Chi di voi ricorda la mela morsicata arcobaleno ? Siamo sicuri che la stragrande maggioranza di voi ha ben fisso questo particolare logo Apple. Stiamo parlando infatti di un emblema che ha accompagnato la casa di Cupertino nei suoi primissimi anni di vita ed è comparso su tutti i suoi dispositivi prodotti intorno agli anni 70-80. Sono passati oramai molti anni dai tempi in cui Apple applicava la mela morsicata arcobaleno sui suoi dispositivi, eppure oggi ancora tutti la ricordano vivamente. Apple sicuramente non si è dimenticata di quello che è stato forse il suo logo più famoso in assoluto ed è pienamente cosciente del fatto che questo può avere ancora oggi un elevato potenziale.

Apple logo arcobaleno
Apple ha registrato il suo logo iconico che rappresenta la mela arcobaleno in Giamaica lo scorso luglio. A quanto pare però le sue vedute sono più ampie, il logo, infatti, è stato presentato anche all’US Patent e Trademark Office. A quanto pare la casa della mela morsicata ha intenzione di riportare sotto i riflettori il famoso logo che ha spopolato sui dispositivi Apple intorno agli anni 70-80. Ora resta però da capire quale sarà l’impiego del logo. Sarà introdotto nei dispositivi futuri ?

Pare infatti che la casa abbia intenzione di reintrodurre il logo arcobaleno nei suoi prodotti. Il tutto è iniziano nel mese di Luglio scorso quando Apple ha deciso di registrare il suo famoso marchio in Giamaica. Allora la faccenda non fece parlare più di tanto. Le voci si sono riaccese però nel mese di Dicembre quando Apple ha deciso di presentare il simbolo arcobaleno alla Trademark Reporting and Monitor System (TRAM) dell’US Patent e Trademark Office. Stando a quanto detto dal noto sito AppleInsider, la documentazione per registrare il logo sarebbe stata presentata ad un esaminatore la scorsa settimana. Perchè Apple ha mostrato interesse verso questo marchio dopo così tanti anni ? Vorrà introdurlo sui suoi dispositivi futuri ? Aperte le ipotesi.

I possibili impieghi del logo arcobaleno 

Bisogna dire che risulta essere alquanto improbabile che Apple decida di introdurre il logo della mela arcobaleno sui suoi dispositivi tecnologici futuri. Ciò però non vuol dire che non ci siano altre possibilità di impiego per il famoso marchio. Stando a quando detto dal noto sito, Apple avrebbe fatto richiesta di ottenere un Trademark ITU ovvero “intent to use”. Quindi sul fatto che questa voglia utilizzarlo non ci sono dubbi. L’idea più accreditata è che questa decida di impiegarlo per oggetti di merchandising o per produrre accessori per i dispositivi. Apple si sta impegnando attivamente negli ultimi anni anche sul campo degli accessori, sono sempre più le colorazioni e i modelli dei case dei vari dispositivi. Ci potrebbe stare l’idea che Cupertino voglia introdurre una gamma di custodie con logo arcobaleno della mela.

Apple Watch arcobaleno
Apple ha mostrato interesse per l’arcobaleno già lo scorso anno quando ha messo in vendita presso gli Apple Store un’edizione speciale del cinturino di Apple Watch completamente arcobaleno. Ci sta che l’azienda abbia deciso di portare la mela arcobaleno anche sugli altri accessori per i dispositivi Apple. In effetti una cover per iPhone con logo arcobaleno non sarebbe poi tanto una cattiva idea.

Stando sempre a quanto dichiarato, sembrerebbe che Apple abbia espresso l’intenzione di utilizzare il logo anche nell’ambito dell’abbigliamento. Ci sta quindi che l’azienda abbia intenzione di lanciare una serie di oggetti di abbigliamento commemorativi della casa. Non sarebbe poi una novità vedere t-shirt o cappellini in vendita nei vari Apple Store. 

Ciò che al momento risulta essere più che certo è che Apple non ha ancora ottenuto il Trademark per utilizzare il logo. Di conseguenza bisognerà attendere prima di vederlo nuovamente debuttare sul mercato di Cupertino. Quanto a noi non possiamo fare altro che aspettare a nostra volta per vedere quali saranno gli effettivi impieghi dell’iconico logo arcobaleno. Restate in attesa per ulteriori aggiornamenti.