Nata nel 2010 a seguito di un lavoro per una serie tv e una graphic novel, la Magic Leap Studios ha ricevuto in donazione da numerose aziende come Google, Qualcomm, Nvidia (per citarne solo alcune), 502 milioni di dollari. L’azienda inoltre collabora con altre aziende cinematografiche statunitensi e nel 2016 ha anche acquistato una società israeliana leader nella sicurezza informatica.

Perché grandi colossi mondiali hanno finanziato questa emergente società? Secondo quanto scoperto nel 2014, la società stava sviluppando dei Google Glass più interattivi. Fino a poco tempo fa non è trapelato nessun progetto, nessuna intervista, tutte supposizione in base ai brevetti che venivano rilasciati da questi.

Recentemente l’azienda ha rilasciato nel proprio sito web il prodotto oggetto di tanta ricerca. Si chiama Magic Leap One ed è un visore di realtà aumentata.

Non è un semplice visore come si potrebbe pensare, è un sistema complesso formato da un mini computer tascabile, un visore e un piccolo controller. E’ stato definito da molti come un moderno e innovativo computer: il visore sostituirà il monitor e il controller mouse e tastiera.

 

 

Il mini computer

Attraverso il mini computer tascabile sarà infatti possibile leggere e rispondere alle e-mail, effettuare ricerche, guardare film provando strabilianti sensazioni e giocare. Il mini computer è dotato di memoria RAM da 8 GB, 128 GB di memoria. Per quanto riguarda il processore abbiamo un 6 core (NVIDIA Parker SOC; 2 Denver 2.0 64-bit cores + 4 ARM Cortex A57 64-bit cores), scheda video NVIDIA Pascal™, 256 CUDA cores; Graphic APIs: OpenGL 4.5, Vulkan, OpenGL ES 3.3+. E’ dotato inoltre di ricarica veloce tramite USB tipo C, la batteria ha autonomia di 3 ore in modo da riuscire a vedere un film intero.

Essendo un progetto del tutto nuovo è stato sviluppo un sistema operativo adatto alle sue funzionalità: LuminOS. Un sistema operativo in grado di ottimizzare il riconoscimento ambientale, i contenuti digitali persistenti e le prestazioni per alimentare esperienze visive ad alta fedeltà.

 

 

Il visore

Tramite il visore si godrà di numerosi effetti speciali non solo visivi ma anche sonori. Sono infatti presenti un rilevatore audio e un altoparlante esterno con jack audio da 3.5mm. Il visore è dotato anche di prescrizione: sono presenti delle lenti da adattare per ogni prescrizione di occhiali da vista.

Con una iniziale scannerizzazione della stanza in cui ci troviamo è possibile interfacciarlo inoltre con la realtà esterna: posizionando un oggetto sul nostro tavolo e lasciandolo cadere, non scomparirà nel vuoto ma lo vedremo direttamente nel pavimento.

E’ presente anche un algoritmo di calcolo reale e preciso di distanza e intensità. Come dichiarato nel sito web dell’azienda, con questa funzionalità sarà possibile effettuare una gara verosimile con un T-Rex e vedere anche la sua velocità.

Le esperienze visive non saranno implementate dall’interazione tra fotocamere, sensori, altoparlanti e relè ottici col processore. Il tutto studiato per dare un’esperienza sensitiva a 360°.

 

Il touchpad

Il controller è dotato di touchpad e 12 LED RGB che si illumineranno in base alle specifiche funzioni. Anch’esso è ricaricabile con USB di tipo C da 15W conferendo un’autonomia di circa 8 ore.

Potremo usarlo come un joystick, come un mouse, come una tastiera, una bacchetta per dirigere l’orchestra virtuale, un pennello, un mestolo da cucina. Sono presenti anche 3 tasti: home, trigger e digital button. Al suo interno è presente un sensore in grado di fornire 6 gradi di libertà e multidirezionale.

 

 

Funzionalità del Magic Leap One

Con questo innovativo computer possiamo quindi giocare (anche se al momento le app disponibili solo poche), effettuare ricerche interattive, guarda film d’azione con il massimo degli effetti speciali, andare indietro nel tempo e giocare con i dinosauri e migliaia di altre cose. E’ infatti possibile creare un nostro personale mondo.

Per il momento sarà possibile ottenerlo solo in America, nel sito ufficiale è presente una pagina di ordine e si può inserire solo il CAP degli Stati Uniti.

Il motivo di un costo elevato? Principalmente è la componentistica di massima qualità, la novità (non esiste nessun oggetto di questo calibro sul mercato) e le numerose funzionalità e progetti che si possono fare.

Ancora non si sa chiaramente a cosa possa servire la sicurezza informatica, forse interagendo con internet per evitare che vengano rubati dati sensibili delle nostre case ma ancora non è stato rilasciato niente dall’azienda.