Progettata nel 2009 da due ex impiegati dell’azienda Yahoo! è stata acquistata nel 2014 dal gruppo Facebook e grazie a ciò sin da subito ha ricevuto un boom di download su qualunque sistema operativo.

 

 

Funzionalità

Col tempo WhatsApp ha implementato le sue funzioni. Ora è infatti possibile effettuare chiamate e videochiamate gratuitamente per tutto il mondo, pubblicare foto visibili ai contatti per sole 24 ore come un vero social network e tempo fa in India si sperimentava un modo per effettuare dei pagamenti tramite l’applicazione.

 

 

Nuovi upgrade

L’obiettivo dell’azienda è creare un’applicazione sempre più innovativa. Secondo alcuni rumors il prossimo aggiornamento consentirà agli utenti di creare autonomamente un’interfaccia personalizzabile.

Un altro aggiornamento o probabilmente lo stesso (ancora nessuna dichiarazione ufficiale dall’azienda) consentirà invece di visualizzare foto e video senza comparire online. Capita spesso di essere indaffarati e ricevere un contenuto multimediale non disponibile in anteprima. Con il nuovo aggiornamento gli iPhone con OS superiori a 10 potranno usare il 3DTouch, scorrere la notifica e visualizzare il contenuto. L’utente mittente non vedrà la visualizzazione finché non lo decideremo noi.

 

 

Attenzione alla nuova truffa

E’ capitato spesso di scoprire numerose truffe attuate tramite la piattaforma, specialmente furti di dati. L’ultimo è stato prodotto in Asia e si trattava di una bambola terrificante Momo tramite la quale venivano rubati dati personali.

L’ultima invenzione è Olivia, la nuova truffa fishing. Si presenta come una nuova compagna di scuola o amica di un’amico e per confermare la sua esistenza reale invia delle foto disponibili in un link che una volta aperto rinvia a un sito pornografico. Ovviamente i creatori di Olivia hanno costruito ad hoc il sito che a prima apertura sembra reale.

Gli obiettivi della truffa sono minori e adolescenti ma la polizia inglese ha subito diffuso la notizia via Twitter anche se ancora nessuna cattura dei creatori del virus. Al momento l’unica arma di difesa è non accettare messaggi da numeri sconosciuti, non abboccare alla scusa “ciao sono X e ho cambiato numero” meglio accertarsi prima. Per i genitori di adolescenti è bene parlare con loro della piattaforma e sapere con chi messaggiano, nel caso controllare direttamente lo smartphone.

Ecco il testo dei messaggi: A: Ciao scusa chi sei? Olivia: Ciao sono Olivia, ricordi? A: Olivia chi? Olivia: Sono Olivia, l’amica di Amelia, ricordi? Ci ha presentati lei A: Sei della mia scuola? Se non mi dici chi sei ti blocco Olivia: Ti posso inviare una foto dove ci siamo tutti A: Ok I messaggi si ripetono un po’ evidenziando il fatto che lei sia costruita artificialmente e non una persona reale. Successivamente invia il link pornografico