Google Pixel 3 XL

Tra non molto, giusto un paio di settimane, Google presenterà la nuova coppia di smartphone. Si tratta del Pixel 3 e Pixel 3 XL, due telefoni che hanno fatto parlare di sé nell’ultimo periodo, e spesso non erano parole di elogio. Prima di addentrarci nelle informazioni in merito ai dispositivi, ci sono giusto un paio di punti da sottolineare.

Come appena detto, manca poco alla presentazione e la compagnia, per questo annuncio, ha deciso di mettere in piedi due eventi in contemporanea per il 9 ottobre. Uno si terrà a New York e l’altro a Parigi. Le due location non sono state scelte a caso, ma lo scopo è quello di puntare sul mercato europeo allo stesso modo di come hanno puntato su quello nordamericano in questi anni. Nel nostro continente, la Grande G, non ha mai avuto vita facile e la società vuole ribaltare la situazione.

 

Google Pixel 3 e 3 XL

Entrambi i dispositivi sono stati visti dal vivo per le strade di Toronto, Canada, e il loro impatto non sembra essere stato dei migliori. La versione XL presenta un notch particolarmente alto che potrebbe dare fastidio a molti, soprattutto sullo smartphone che dovrebbe essere il simbolo di Android. Al contrario, la versione normale presenta dei bordi inferiori e superiori particolarmente pronunciati che nel complesso fanno sembrare il telefono obsoleto, dal punto di vista del design perlomeno.

google pixel 3 both

Sorvolando su questo punto, andiamo dritti a scoprire cosa sarà presente sotto la scocca di entrambi. Il processore sarà lo stesso, lo Snapdragon 845 di casa Qualcomm mentre la RAM dovrebbe oscillare tra i 4 e i 6 GB. Per lo spazio d’archiviazione interna ci si aspetta un minimo di 64 GB ed un massimo di 256 GB; difficilmente vedremo 512 GB nativi, di sicuro non sul modello base. Per i display avremo un pannello da 6.7 pollici con risoluzione massima di 2960 x 1440 pixel per l’XL e un pannello di grandezza sconosciuta, ma con risoluzione di 2160 x 1080 per il Pixel 3.

Come con gli scorsi smartphone, Google ha puntato molto sul comparto fotografico, sia per quello posteriore che per quello anteriore. Giusto per dare un paio di numeri, entrambe le configurazioni frontali saranno costituite da sensori di 8 megapixel.

Ovviamente gli smartphone arriveranno con tante altre funzioni e novità come la ricarica wireless e la eSIM. Di voci e di fughe di notizie ce ne sono state tante, ma per evitare di alimentare false speranze senza l’ufficialità di alcune informazioni, forse sarebbe il caso di non aggiungere altro. Ancora qualche giorno e sapremo tutto il necessario senza doversi preoccupare di cosa sia vero e cosa meno.