Molte persone ogni giorno si spostano per motivi di lavoro o studio. Chi abita in periferia e lavora o studia al centro, oppure chi si sposta da una città all’altra, si trova ad affrontare tutti i giorni il traffico o a doversi preoccupare degli orari dei mezzi. Google Maps ha lanciato un nuovo aggiornamento, per Android e iOS, per andare in aiuto di tutte queste persone, con le nuove schede pendolari.

 

Ecco quali sono le nuove funzioni di Google Maps per i pendolari

Per chi si sposta in macchina, le nuove funzionalità prevedono informazioni fondamentali sul traffico. Sarà possibile sapere in tempo reale se c’è un incidente sul nostro percorso, e l’app calcolerà una strada alternativa per evitarlo. Ci avvertirà di qualsiasi problema rilevato sul tragitto impostato, traffico, cantieri e tutto in tempo reale con continui aggiornamenti.

Per chi invece utilizza i mezzi pubblici, sarà possibile conoscere praticamente tutto su bus, metro e treni in ben 80 paesi del mondo. Google Maps ci terrà informati sugli orari, sui ritardi e a Sydney addirittura il grado di occupazione dei mezzi pubblici. Potremo sapere a che ora l’autobus sarà alla fermata, se ritarda a causa del traffico nella sua zona e sarà così più facile per noi pianificare eventualmente percorsi alternativi.

Ci sarà anche la possibilità di calcolare e stimare un percorso misto, tra auto, mezzi pubblici e percorsi a piedi, tenendo conto del traffico, degli orari dei mezzi e loro eventuali ritardi. Si potranno ricevere anche notifiche in tempo reale su cambiamenti nel traffico o negli orari, direttamente sul proprio smartphone.

 

Non solo informazioni ma anche musica per chi viaggia

Ancora più accattivante sarà la possibilità di ascoltare la propria musica da Spotify, Apple Music o Google Play Music, direttamente da Google Maps senza dover aprire un’altra applicazione. La nostra attenzione rimarrà così sulla mappa e sui dati del percorso, dato che potremo gestire tutto con una sola applicazione.

Tutte queste nuove funzioni potrebbero facilitare molto la vita dei pendolari, rendendo più facile l’organizzazione e la gestione in tempo reale del percorso. Meno perdite di tempo, niente ritardi a lavoro e la possibilità conoscere e gestire la situazione in anticipo, tutto questo potrebbe davvero migliorare la vita dei pendolari, incidendo anche, perchè no, sul loro buonumore.