Tutte le compagnie hanno un passato oscuro fatto di eventi imbarazzanti che sarebbero meglio seppellire. Anche Apple ne ha qualcuno per esempio quando negli anni 90 aveva fatto uscire delle scarpe personalizzate col marchio della compagnia; si parla di ancora quello vecchio che presentava le strisce multicolore dentro la mela morsicata. Ad essere sinceri, visto che si tratta del colosso di Cupertino il tutto è diventato quasi un oggetto di culto che potrebbe anche venir riesumato.

A riproporre questo pezzo di storia sembrerebbe essere la famosa casa di moda Versace tramite un loro stile. Un eventuale ritorno potrebbe essere visto in modo differente a seconda di chi guarda. Uno dei pochi modelli rimasti è stato venduto nel 2017 ad un’asta per un valore di 30.000 dollari.

Steve Jobs e le New Balance

L’origine delle scarpe Apple non è poi così un mistero e dietro tutto c’è l’uomo che ha reso la società il colosso che è attualmente, o almeno è l’artefice delle fondamenta e anche di più. Jobs aveva un modo di vestire particolare, iconici erano il paio di jeans e il maglione dolcevita nero, ma c’è di più. Al fondatore piacevano particolarmente le scarpe New Balance per la suo comodità nonostante questo però le scarpe della compagnia finirò per assomigliare di più alle Reebok.

Le scarpe non sono state l’unico pezzo di abbigliamento marchiato Apple tanto che lo stesso stilista sopracitato ha fatto saltare fuori un intero catalogo della seconda metà degli anni 80 dove figurano magliette, cappelli e maglioni. Che la compagnia stia pensando di far uscire una propria firma di moda? In fondo all’inizio di quest’anno avevo citato in giudizio due stilisti italiani per aver deposito proprio il marchio Steve Jobs.