marte-cratere

Questa regione, che ospitava un lago che esisteva circa 3.700 milioni di anni fa, è stata scelta dagli scienziati del Mars Mission 2020. Con 158 voti, questa destinazione sarà la prima ad essere studiata a fondo per rilevare eventuali segni di vita passata.

 

Circa 3.700 milioni di anni fa questo posto era un lago antico

Mars 2020 è la prima missione per studiare la vita sul pianeta rosso. Il suo obiettivo, in particolare, è rispondere alla domanda: c’è mai stata la vita su Marte? Risolvere questa domanda implica analizzare le rocce e l’aria di quel pianeta. Così gli scienziati della NASA hanno deciso di inviare un rover, simile a Curiosity, ma questa volta più piccolo, per viaggiare sui terreni marziani. La domanda ora è: dove mandarlo prima? 

Il cratere Jezero, che era la destinazione più votata dagli scienziati del Mars Exploration Program della NASA, è la risposta. Il motivo? È considerato un luogo con un maggiore interesse astrobiologico per la missione Mars 2020. Poiché questo cratere ospitava un lago antico che esisteva tra i 4.100 e i 3.700 milioni di anni fa. Le immagini dall’orbita indicano la conservazione del delta del fiume che si estende nel cratere e nei vicini affioramenti di minerali argillosi esposti. Questi affioramenti sono considerati un luogo probabile per trovare conserve biologiche e altre firme biogeniche.

Quasi 200 persone hanno partecipato ad una riunione di metà ottobre per discutere mezzi e strumenti della missione Mars 2020, in particolare la valutazione dei quattro siti di atterraggio fornite dalla NASA: Columbia Hills, Jezero Crater, Northeast Syrtis e Midway. Jezero ha ricevuto il maggior sostegno, con 158 voti.

Columbia Hills si trova all’interno del cratere Gusev, di 166 km di larghezza ed è stato precedentemente visitato dal rover Spirit. Come indicato nella relazione finale della riunione, questo sito è considerato un obiettivo di ricerca di valore a causa del modo in cui si ritiene che le sorgenti di acqua calda (che potrebbero aver sostenuto la vita) siano mai esistiti qui.

I siti di Northeast Syrtis e Midway sono considerati promettenti perché sono connessi e praticamente identici nella composizione. Fondamentalmente, entrambi i siti sono un tratto di corteccia antica che potrebbe essere stata formata da sorgenti minerali sotterranee. Inoltre, entrambi sembrano essere stati alterati nel tempo dalla presenza di acqua. “È interessante notare che i siti del cratere Midway e Jezero sono stati giudicati i più alti (e hanno ricevuto il maggior numero di voti per il loro alto potenziale) rispetto ai criteri di missione estesi, che forse riflettono l’interesse per possibili opportunità di missione“.

La decisione finale, basata sulle valutazioni generali, sarà effettuata dal team di Mars 2020 e da Thomas Zurbuchen, Amministratore associato della Divisione di missioni scientifiche della NASA. Alla fine, i quattro siti sono in linea con gli obiettivi del rover Mars 2020 che, non solo sta cercando segni di abitabilità passata o presente su Marte, ma sta anche determinando come si è evoluto da allora.