Sharp Acquos R2 Compact

Sebbene non sia sempre così commentato, il design è uno degli elementi che può guidare il successo o il fallimento di uno smartphone. E’ stato l’obiettivo su cui si è incentrata sulla costruzione di dispositivi che aziende come Apple e Samsung hanno assicurato per la leadership di iPhone e della linea Galaxy S. Tuttavia, non tutti i produttori hanno avuto questa fortuna o hanno rischiato un po’ troppo nella progettazione dei loro modelli.

Sia che si tratti di linee o idee strane che non hanno funzionato, il seguente elenco mostra i sette smartphone più brutti lanciati negli ultimi anni. Alcuni di loro hanno addirittura contribuito a sigillare la bancarotta dei loro produttori nel competitivo mercato degli smartphone. Dai un’occhiata!

 

Nokia 808 Pureview

Quando Nokia ha lanciato l’808 Pureview nel 2012, l’intenzione dell’azienda era di catturare l’attenzione per la sua incredibile fotocamera da 41 megapixel. Tuttavia, nemmeno le foto con zoom ottico 4x hanno spostato l’attenzione da altri grossi problemi: il sistema Symbian Belle debole e l’instabilità della fotocamera posteriore.

In un momento in cui smartphone come iPhone facevano fatica a diventare più sottili, il Nokia 808 Pureview aveva uno spessore di 13,9 mm nella regione della fotocamera. Inoltre, il dispositivo era molto pesante per il periodo: 169 grammi. A scopo di confronto, l’iPhone 5 misurava solo 7,6 mm e 112 grammi.

Nokia 808 Pureview

 
BlackBerry Passport

Leader da lungo tempo nel mercato degli smartphone, BlackBerry è sempre stato diviso tra la sperimentazione di nuovi modelli di telefoni o il mantenimento dell’aspetto classico. Scommettendo sulla sua tradizione, la società ha lanciato nel 2014 BlackBerry Passport: un dispositivo con un design quadrato e una tastiera fisica appena sotto il touch screen.

Sebbene al tempo facesse una innovazione, il telefono BlackBerry era ben lungi dall’essere considerato un successo di vendita. Il Passport aveva uno schermo QHD (1440p) da 4,5 pollici con una forma quadrata, che comprimeva e rendeva scomoda la tastiera fisica QWERTY. Inoltre, il dispositivo eseguiva il sistema operativo BlackBerry anziché Android, rendendo lo smartphone ancora meno attraente per i consumatori.

BlackBerry Passport

 

Microsoft Kin ONEm

Prima di tentare di spedire Windows Phone sul mercato, Microsoft ha sperimentato un altro fallimento con Kin ONEm. Presentato nel 2010, il dispositivo aveva un aspetto ovale piuttosto diverso che al momento era di moda. Un’altra caratteristica sorprendente è stata la tastiera fisica nascosta sullo schermo e contrassegnata dai suoi piccoli pulsanti.

A proposito di display, Kin ONEm era solo 2,6 pollici contro i 3,5 pollici di iPhone. Il telefono Microsoft ha anche lanciato una propria piattaforma incentrata sulle interazioni con i contatti, i social network e i siti di notizie. Tuttavia, nulla di tutto ciò è bastato per far durare Kim se non solo pochi mesi nei negozi.

 Microsoft Kin ONEm

 

Motorola FlipOut

In un momento in cui i produttori erano più audaci, Motorola ha scelto di rischiare troppo con FlipOut. Lo smartphone aveva una forma quadrata con uno schermo da 2,8 pollici e funzionava con Android 2.1. Un’altra caratteristica sorprendente era la tastiera fisica, che ruotava sotto lo schermo.

Oltre al design quadrato e al corpo colorato, il telefono Motorola ha anche una fotocamera da 3 megapixel, 2 GB di memoria e connettività 3G. Tuttavia, sembra che la ricezione del telefono non sia stata sufficiente alla compagnia per ripetere il design su altri telefoni.

Motorola FlipOut

 

Zoom Galaxy S4/Zoom K

Le fotocamere sono sempre state delle grandi attrazioni dello smartphone e Samsung ha deciso di prendere la cosa molto sul serio con Galaxy S4 Zoom e K Zoom. Questi device erano veri “Frankenstein” con la parte anteriore di un normale telefono cellulare e il retro di una fotocamera digitale. All’epoca, la grande attrazione del modello era lo zoom ottico di 10 volte, consentendo l’approssimazione delle immagini senza perdita di qualità.

Sia il Galaxy S4 Zoom che lo Zoom K erano versioni delle line up di Samsung dell’epoca, con caratteristiche simili al Galaxy S4 e S5 oltre all’obiettivo posteriore. Tuttavia, la società ha abbandonato l’idea del design dopo la seconda generazione e ha continuato a concentrarsi sui miglioramenti nei sensori convenzionali dei dispositivi, che ora si moltiplicano.

Zoom Galaxy S4 / Zoom K

 

Galaxy Note Edge

Gli attuali schermi curvi degli smartphone Samsung hanno avuto origine nel 2014, quando la società ha deciso di sperimentare questa funzione. Quell’anno, la società lanciò Galaxy Note Edge: uno smartphone che aveva la classica penna S Pen e uno schermo da 5,6 pollici con uno dei suoi lati curvi.

Nel complesso, lo smartphone è stato anche un bel portatile, con un corpo in metallo e vetro. Tuttavia, il lato curvo singolo del lato destro lasciava lo smartphone con caratteristiche sbilanciate e la sensazione visiva che qualcosa fosse storto. Tanto che Samsung ha scelto di lanciare tutti i successori del portatile con entrambe le curve laterali invece di una sola.

Galaxy Note Edge

 

Sharp Acquos R2 Compact

Se un notch già divide le opinioni, immaginate due! Questo è il caso dello Sharp Acquos R2 Compact che è stato recentemente rivelato con un taglio nella parte superiore dello schermo per la fotocamera anteriore e un altro nella parte inferiore per il lettore di impronte digitali. Questa strana funzione ha attirato più attenzione rispetto alle buone impostazioni del portatile, che ha bordi minimi e 5,2 pollici Full HD (1080p).

Previsto per gennaio 2019, il telefono Sharp presenta anche un processore Snapdragon 845, 4 GB di RAM e 64 GB di memoria interna. Inoltre, il modello è uno dei pochi ad essere rilasciato con Android 9.0 (Pie). Ma niente di tutto ciò è sufficiente per gli appassionati di tecnologia per smettere di chiedersi: “perché questi due notch?”

Sharp Acquos R2 Compact

 

Bonus: Nokia N-Gage

Il Nokia N-Gage non è proprio uno smartphone, essendo stato rilasciato anni prima dell’iPhone e di altri dispositivi Android. Tuttavia, quando si parla di brutto design e fiasco, il dispositivo di gioco Nokia non può non essere citato.

Con un aspetto molto simile a un Game Boy Advance, il telefono Nokia aveva una serie di pulsanti attorno al piccolo schermo. Tuttavia, la cosa più bizzarra è stato il modo in cui dovrebbe essere posizionato sul lato dell’orecchio. 

Nokia N-Gage