lucy-hawking

La pubblicazione del libro postumo di Stephen HawkingBrief Answers to the Great Questions, contiene un pensiero postumo della figlia Lucy. Non era la prima volta che avesse luogo una collaborazione tra di loro, dato che Lucy Hawking ha scritto diversi libri di divulgazione scientifica per i giovani, con l’aiuto del padre, uno dei fisici teorici più brillanti per decenni.

In 300 pagine inedite, Stephen Hawking risponde a quelle che considera le grandi questioni dell’umanità dall’inizio dei tempi fino ai giorni nostri. Comincia con le domande sull’esistenza di Dio e finisce con proposte che considera fondamentali per gli abitanti della Terra per non soccombere al caos che minaccia il pianeta. Non sarà un caso che le ultime parole del volume siano: “È importante non arrenderti. Secondo la figlia, l’ultimo capitolo è ‘una dichiarazione molto personale del pensiero’ a suo padre: era essenzialmente un ottimista” e anche se ha sofferto molto all’inizio per sostenere la famiglia a causa della sua malattia che lo ha tenuto la maggior parte della vita su una sedia a rotelle, lasciandolo impossibilitato a parlare.

Un ottimismo per il futuro, aggiunge, pensando “nelle nuove generazioni, l’istruzione, la scienza e la tecnologia“. Questo è il motivo per cui considera “una fine perfetta per un libro che è principalmente la sua visione dell’universo e ciò che lo preoccupava. Voleva dare alle persone la capacità di capire che cosa la scienza deve fare per dare forma alle generazioni future“.

 

Ma un disaccordo?

Ha scritto molti libri insieme a suo padre, Lucy. Ma, alla domanda se mai abbia avuto un disaccordo, risponde. “Non avrei mai potuto essere in disaccordo con lui a livello scientifico, ma c’è stata una situazione che mi ha davvero ingannata. Il fatto che non mi è stato permesso di mettere un alieno come personaggio nei nostri libri. La spiegazione era semplice, quella di non averne mai provato la sua esistenza. Sapevo che aveva ragione, ma ero delusa dal fatto che ai bambini piacesse molto questo tipo di personaggio“.

Stephen Hawking non esclude l’esistenza della vita al di fuori della Terra. “Probabilmente esisterà, ma i nostri libri riguardavano argomenti che conoscevamo e ciò che era sconosciuto era proibito. L’esistenza della vita extraterrestre è ancora una questione dibattuta“.