eclissi superluna

La superluna di Gennaio coinciderà con l’eclissi lunare totale, nota come Luna di Sangue, dando così vita alla Superluna di Sangue.

Questa sarà anche l’unica eclissi lunare totale del 2019, la prossima sarà nel 2021. Oltre a questa superluna invece, ce ne saranno altre due, il 19 Febbraio e il 21 Marzo. Quella di febbraio sarà la più grande e la più vicina.

 

Perché l’eclissi totale lunare è nota come Luna di sangue

L’eclissi totale di Luna si verifica quando la Terra si frappone tra il Sole e la Luna, gettando un cono d’ombra sul nostro satellite. Durante l’eclissi totale, la Luna viene illuminata soltanto dalla luce che passa attraverso l’atmosfera terrestre e viene poi piegata verso la Luna, mediante rifrazione. La polvere che si trova nell’atmosfera terrestre, blocca le onde luminose di colore blu, che hanno una frequenza più alta. La luce rossa invece, con una lunghezza d’onda più lunga, riesce a passare attraverso l’atmosfera, e sarà quindi lei ad illuminare la Luna, tingendola di rosso. Per questo motivo la Luna durante l’eclissi è rossa e le viene dato il nome di Luna di sangue.

 

La superluna di sangue

L’eclissi lunare di Gennaio sarà veramente particolare, in quanto coinciderà con una superluna, ovvero una Luna piena che coincide con la minima distanza del nostro satellite dalla Terra. Questo fenomeno fa sembrare la Luna molto più grande di come ci appare di solito. La combinazione di questi due eventi porterà alla superluna di sangue.

Un’altra superluna di sangue si verificò proprio all’inizio di questo anno, nel Gennaio 2018. Una ripetersi di eventi alquanto particolari, secondo lo scienziato planetario della NASA, Rick Elphic. Lo studioso in un’intervista avrebbe affermato: “Di solito passano anni tra le eclissi lunari che coincidono con le superlune. In questo ciclo invece assisteremo a due di questi eventi a distanza di un solo anno. Credo che per un po’ non ce ne saranno altre”.

 

Dove la superluna di sangue sarà visibile e come 

La superluna di sangue potrà essere ammirata in tutto il continente americano e nelle aree occidentali di Europa ed Africa.

Secondo Elphic il modo migliore per osservarla sarebbe attraverso l’uso di un binocolo, in modo da non ottenere una vista troppo ravvicinata della Luna, come avverrebbe con un telescopio. Così non perderemo la drammaticità di una gigantesca luna insanguinata.

 

La Luna del Lupo

Secondo i nativi americani e nell’Europa del Medioevo, la Luna piena di Gennaio sarebbe la Luna del Lupo. Questo plenilunio deve il suo nome agli ululati dei lupi affamati per la scarsità di cibo durante l’inverno.