Dior sfilata Tokyo

Chi ha detto che la moda non possa coniugarsi con la tecnologia? E’ quello che ha cercato di fare qualche giorno fa il nuovo direttore creativo del brand francese Dior nella sua ultima sfilata. Un tema futuristico e incentrato pienamente sulla tecnologia è stato scelto per la collezione autunno inverno maschile del prossimo anno. Non a caso è stata scelta come location dell’evento Tokyo. A fare da padrona, un’enorme statua metallica prodotta da un noto artista giapponese.

Ebbene sì, questa risulta essere una delle prime volte che un brand di moda punta su un tema pienamente tecnologico. La statua metallica, un robot, dall’altezza di ben 12 metri è stata l’attrazione principale della serata. Ma non è la sola cosa che ha sorpreso la miriade di ospiti super famosi che sono accorsi per la particolare occasione. Ad adornare il tutto vi erano infatti anche una miriade di luci led. Tutto perfetto, in pratica, per ricreare un perfetto paesaggio futuristico.

 

Dior: la moda del futuro

Pare che sia proprio questo uno dei propositi del nuovo direttore creativo del brand francese, Kim Jones. Coniugare moda e tecnologia non è una cosa che deve sembrare strana. L’idea dell’artista è quella di creare qualcosa di unico che si proietta al futuro.

Parlando dell’imponente statua in metallo, ci sono voluti ben più di due mesi per completarla e ha impiegato ben 16 persone a tempo pieno. Il peso complessivo della struttura è risultato essere di oltre 180 quintali.

Tokyo non poteva essere che una location perfetta per una sfilata con un tema ispirato al futuro. Unire lo stile tradizionale di un brand oramai famoso come Dior con l’innovazione delle nuove tecnologie risulta essere un’impresa molto ardua. Nonostante ciò pare che per ora il direttore creativo ci stia riuscendo perfettamente. Restate in attesa per ulteriori aggiornamenti.