spacex-iss-natale

Tra appena due settimana sarà Natale e questo, tra le altre cose, vuole dire ricevere e fare regali. Ovviamente per noi qua sulla Terra la facciamo facile, ma lassù nello spazio ci sono delle persone e anche quest’ultime hanno diritto a qualche dono. Per quanto è stato, appunto, difficile alla fine SpaceX è riuscita nell’intento di far arrivare agli astronauti nella Stazione Spaziale Internazionale un pacco speciale.

A differenza delle consegne fulminee di Babbo Natale la capsula Drago ha dovuto viaggiare per un po’ nello spazio per poi venire agganciata dal braccio meccanico dell’ISS; ci sono voluti tre giorni prima di riuscire a completare il tutto. Ancora prima del lancio ci sono stati dei problemi dovuti al malfunzionamento dei sistemi di telecomunicazione del Nuovo Messico.

 

Un pacco speciale

All’interno della capsula portata in orbita da SpaceX c’era diverse cose. Prima fra tutte, se non guardiamo all’aspetto scientifico, tutto il necessario per la cena di Natale ovvero un tacchino affumicato, casseruola di fagioli verdi, patate candite, salsa di mirtilli e torta di frutta; un gran ben passo avanti rispetto al cibo liofilizzato. Con scopo di ricerca e per portare avanti alcuni esperimenti sono arrivati anche topi e vermi e per concludere il tutto sono state consegnate anche apparecchiature scientifiche dal peso di oltre 2.200 chilogrammi.

La capsula usata da SpaceX era già stata riusata l’anno scorso e probabilmente verrà usata anche l’anno prossimo nonostante sia caduta in mare al rientro piuttosto che nel luogo prestabilito. In ogni caso si tratta di un altro successo per la compagnia fondata da Elon Musk.