Google esegue test con il 911 per localizzare con precisione chi chiama

Pochi giorni fa vi abbiamo parlato del costante impegno di Google in merito alla sicurezza dei proprio utenti. Nelle scorse ore è giunta notizia del fatto che l’azienda ha deciso di anticipare la chiusura del social network Google+ di 4 mesi rispetto a quanto prefissato. Ciò a causa della scoperta di una falla di sicurezza.

Ebbene sì, pare che proprio i tecnici del colosso americano abbiano scoperto un bug all’interno del social che avrebbe potuto mettere in pericolo i dati di 52 milioni di utenti. La decisione di chiusura anticipata è stata presa in vista della salvaguardia dei dati degli utenti. Google+ chiuderà ufficialmente i battenti ad aprile.

 

La seconda falla di sicurezza

Non è la prima volta che si verificano situazioni analoghe con il social del colosso americano. Già ad ottobre era stata messa in evidenza una falla nel sistema che avrebbe esposto ben 500mila account. Questa volta i numeri sono molto più alti, si parla di più di 50 milioni. Pare che il problema sia stato riscontrato nelle API di Google+. Queste permettevano di far vedere alle app una serie di dati privati dell’utente. I tecnici hanno tenuto a precisare che nonostante la presenza della falla, non ci sono stati segni di abusi. Purtroppo però non possiamo sapere se ciò è vero.

L’azienda si metterà in contatto con tutti gli utenti che potrebbero essere stati coinvolti. Per fortuna non sono stati messi in pericolo dati sensibili come quelli bancari. Google+ non ha mai avuto il successo sperato e l’azienda aveva già annunciato una chiusura ad agosto 2019. Viste le circostanze, Google ha pensato bene di anticipare il tutto ad aprile. Restate in attesa per ulteriori informazioni.