giove-nasa

La NASA ha inviato la navicella spaziale Juno alla volta del gigante gassoso Giove nel 2011. Bene, ci è voluto un po’ prima che Juno arrivasse, ma lo ha fatto e ci ha inviato delle immagini meravigliose. Queste sono state scattate dal veicolo spaziale nel suo sorvolo numero 16, il 29 ottobre, ha riferito la NASA. 

Juno ha viaggiato per anni e ed è arrivato su Giove solo nel luglio 2016. La navicella spaziale fu lanciata in modo che gli scienziati potessero studiare la composizione e l’evoluzione di Giove, e sono rimasti entusiasti di ciò che hanno trovato e avuto modo di approfondire. Giove è il quinto pianeta del sistema solare e, di gran lunga, è il pianeta più grande dell’intero sistema.

 

Un nuovo sguardo a Giove

Il tema generale delle nostre scoperte è come Giove sia diverso da quello che ci aspettavamo“, ha detto Scott Bolton, investigatore principale di Juno presso il Southwest Research Institute di San Antonio, quando le prime immagini sono state rivelate lo scorso maggio. “Questo è uno sguardo personale e attento a Giove, pensavamo fosse uniforme all’interno e relativamente noioso, quello che stiamo trovando è il contrario“, ha aggiunto in un’intervista scientifica. 

E come le nuvole sulla Terra, quando le persone cercano in esse le forme più diverse, la NASA ha iniziato il gioco. Così, se molti si sono affrettati a fare lo stesso con osservazioni che vanno da un calamaro a un uccello, i disegni che il gigante gassoso ci mostra sono molto fantasiose.

La NASA ha detto che il 21 dicembre segnerà il punto centrale della raccolta di dati della missione principale di Juno. Pertanto, ci si aspetta che appaiano immagini più affascinanti e, forse, nelle pigre domeniche del futuro contempleremo le immagini di Giove cercando bizzarre forme.