insight-marte-sismometro

Quella che può essere considerata senza problemi la missione dell’anno, e forse anche oltre se le scoperte supporteranno il tutto, è quella di InSight su Marte. Un paio di giorni il rover ha raggiunto un altro obiettivo importante dopo il difficile atterraggio e l’uscita dal cratere dell’approdo. Si tratta del posizionamento della prima apparecchiatura sulla superficie del pianeta rosso Si tratta di un sismometro e l’immagine sopra è quella scattata direttamente dal rover stesso.

 

Missione su Marte

Ecco la dichiarazione di Tom Hoffman, uno dei ricercatori dietro il progetto della NASA: “Il programma di attività di InSight su Marte è andato meglio di quello che speravamo. Portare il sismometro al sicuro a terra è un regalo di Natale fantastico.”

Questa invece è la dichiarazione di un altro esperto della NASA che segue la missione, Bruce Banerdt: “Il dispiegamento del sismometro è importante quanto l’atterraggio di InSight su Marte. Il sismometro è lo strumento a più alta priorità su InSight: ne abbiamo bisogno per completare circa i tre quarti dei nostri obiettivi scientifici.”

Tale strumento è importante per la ricerca che sta venendo condotto. Il sismometro permette a noi sulla Terra di ricevere i segnali di ciò che sta accadendo all’interno della superficie, soprattutto i terremoti. Come se fosse un radar, le onde che questi eventi rilasciano permettono di capire la composizione interna senza dover effettuare della trapanazioni, cosa impossibile allo stato attuale delle cose.

Affinché la base in California riceva i primi segnali in merito bisognerà aspettare qualche giorno, nelle speranza che venga captato qualcosa ovviamente.