krakatoa

Nuove immagini sono emerse a seguito di un’eruzione vulcanica in Indonesia, che si ritiene abbia provocato uno tsunami che ha ucciso centinaia di persone. Le immagini pubblicate sui social media dal portavoce dell’agenzia di disastro nazionale Sutopo Purwo Nugroho, scattate domenica, mostrano il magma che scorre nel mare insieme a una grande nube di cenere proveniente dal vulcano Anak Krakatoa.

Il vulcano situato tra Java e Sumatra è scoppiato intorno alle 21:00 di sabato sera e si pensa che abbia innescato una frana sottomarina che ha provocato uno tsunami che ha distrutto 281 vite e ferendo più di 1000 persone.

Il vulcanologo Heather Handley della Macquarie University ha esaminato le foto e ha detto che queste e i video mostrano una chiara interazione tra magma e acqua. “Sembra che parte del fianco del vulcano sia sparito e che l’eruzione non esca più dalla cima del vulcano – è molto vicino al livello dell’acqua o sta risalendo attraverso di essa“, ha detto il professor Handley. “Sembra ci sia molto vapore, quindi il magma sta riscaldando l’acqua e convertendola così in effettiva eruzione“.

 
L’esperto ha detto che le nuvole scure sopra il vulcano erano tipiche di un’eruzione “bagnata”, in cui il magma o la lava dovevano passare attraverso l’acqua di superficie o l’oceano. Il vulcano ha eruttato ininterrottamente da giugno, ma era attivo da quando iniziò ad emergere dall’oceano nel 1927.

L’originale vulcano Krakatoa uccise migliaia di persone dopo un’enorme eruzione nel 1883.