google-maps-Stockton-on-Tees

Google Maps Street View cancella regolarmente i volti delle persone e le targhe automobilistiche per proteggere la privacy. Tuttavia, c’è una casa a Stockton-on-Te che è stata anche nascosta da Google. È mistero completo sul motivo per cui il gigante di Internet abbia scelto di offuscare la casa. 

L’edificio si trova su Princeport Road, che sembra essere una strada molto ordinaria se visualizzata su Google Maps.

 

Google Maps Street View: casa di Stockton-on-Tees sfocata, ma nessuno sa perché

Non c’è nulla di strano nella zona, a parte questa misteriosa casa. Dove si trova l’edificio, la scena appare completamente sfocata. Sembra che non ci sia alcuna spiegazione per la decisione di Google di nascondere lo stabile.

In effetti, anche il residente nell’edificio è completamente confuso dalla decisione sulla privacy. Jane Allison ha dichiarato: “Vivo in questa casa dal 2000, ma non ho idea del perché non è possibile vederla. Se lo scoprite, sarebbe bello sapere perché“.

Tuttavia, ci sono occasioni in cui la decisione di Google di nascondere qualcosa è dovuta a un motivo orribile. Ad esempio, Google ha offuscato la casa in cui il famoso rapitore e stupratore Ariel Castro ha tenuto chiuse tre donne innocenti per un decennio. Michelle Knight, Amanda Berry e Gina DeJesus, scomparvero a Cleveland, in Ohio, tra il 2002 e il 2004. Sono state picchiate, ridotte alla fame e abusate sessualmente e Berry che ha persino avuto un figlio da Castro. Per fortuna, le tre donne sono state salvate nel 2013 dopo che Berry è riuscita a mettere in allarme i vicini che hanno chiamato la polizia.

In alcune occasioni, intere aree continentali vengono bloccate da Google. Lontano dalla costa della Russia, nel Mar della Siberia orientale, si trova l’isola di Jeanette – ma gli utenti di Google non possono vederla. L’isola è stata sfocata e tutto quello che può essere visto è una grande macchia nera. L’isola stessa misura solo 1,2 miglia di lunghezza. È principalmente coperto di ghiaccio e ha un picco alcuni metri. Il piccolo sperone roccioso fu scoperto nel 1881 in una spedizione guidata dall’esploratore ed esploratore della Marina americana George E. De Long, che sperava di scoprire mari aperti nell’Oceano Artico vicino al Polo Nord.

Una teoria per spiegare il perché l’isola sia sfocata su Google Maps è a causa del problema di appartenenza ad un Paese, visto che la Russia l’ha dichiarata parte dell’Impero russo all’inizio del 20° secolo.