willamette

Willamette pesa 15,5 tonnellate. Questo meteorite di ferro è stato trovato in Oregon. È il più grande mai trovato in Nord America. Non vi è alcun cratere da impatto nel sito in cui è stato scoperto. I ricercatori credono che il meteorite sia atterrato in quello che oggi corrisponde al Canada o il Montana, e che sia stato trasportato come un ghiacciaio irregolare nella valle di Willamette durante le alluvioni di Missoula alla fine dell’ultima era glaciale (circa 13.000 anni fa).

Il meteorite è attualmente in mostra all’American Museum of Natural History di New York City, che lo acquistò nel 1906. Visto da circa 40 milioni di persone nel corso degli anni, e dato il suo aspetto sorprendente, è tra i meteoriti più famosi

Il meteorite di Willamette pesa circa 15.000 kg. È classificato come meteorite di ferro di tipo III, essendo composto da oltre il 91% di ferro e il 7,62% di nichel, con tracce di cobalto e fosforo. Le dimensioni approssimative del meteorite sono di 3 m di altezza per 2 m di larghezza per 1,3 m di profondità.

La sorprendente roccia contiene concentrazioni più elevate di vari metalli che sono piuttosto rari nella crosta terrestre. Ad esempio, l’iridio, uno degli elementi meno abbondanti nella crosta terrestre, si trova con una concentrazione di 4,7 ppm, migliaia di volte più della sua abbondanza crostale.

 

 

Tomonowos, il visitatore celeste

Formatosi con il Sistema Solare, circa 4,5 miliardi di anni fa, il Meteorite di Willamette fece innumerevoli rivoluzioni attorno al Sole e poi, molte migliaia di anni fa, precipitò sulla Terra. Il suo viaggio terrestre si concluse dall’Idaho alla Willamette Valley, nell’Oregon.  

Tra 12.500 e 15.000 anni fa, l’ultima era glaciale vide la formazione della lastra di ghiaccio di Cordilleran, una massa di ghiaccio che copriva l’America settentrionale più a ovest delle Montagne Rocciose. Il ghiacciaio sollevò e spostò i massi (come il meteorite di Willamette) che giacevano sotto di esso. Quando l’era glaciale finì, l’Ice-melt creò il Glacial Lake Missoula, un serbatoio inimmaginabilmente enorme che inondò ripetutamente il continente nord-occidentale. Quando le dighe di ghiaccio si sono riformate e si sono rotte, le inondazioni hanno creato muri di acqua che hanno spazzato la superficie fino al mare.  

Il Meteorite di Willamette cadde sulla Terra molto prima delle prime tradizioni di storia orale dei nativi americani – e probabilmente anche prima che i primi popoli arrivassero in Nord America. Eppure, la popolazione locale della zona di Willamette Falls era abbastanza consapevole della sua origine. I Clackamas la chiamavano Tomonowos, variamente tradotto come “Heavenly Visitor” o “Visitor from the Moon”. 

Come gli indiani di tutta l’America, i Clackamas erano consapevoli che, a volte, le stelle cadenti si posavano sulla Terra e potevano essere riconosciute dalla loro particolare sostanza e natura. Come le culture più svariate, i Clackamas probabilmente attribuivano un significato mitico o spirituale a una pietra caduta dal Cielo.