tecnologie 2018

Ogni anno, vari progetti e aziende chiudono i battenti, nonostante siano talvolta riusciti ad attirare l’attenzione del pubblico e degli investitori. Questa è una lista di sei prodotti e aziende che hanno cessato di esistere in questo 2018. Curiosi? 

 

Gli occhiali intelligenti Vaunt

La società Intel ha presentato i suoi occhiali intelligenti Vaunt a febbraio, ma solo due mesi dopo ha annunciato di aver annullato il suo sviluppo.

Gli occhiali non avevano nessuna fotocamera, un elemento che ha portato grosse critiche anche a Google Glass. Tuttavia, avevano incorporato una proiettore della retina che emette un rettangolo rosso con il testo e le icone sul lato inferiore sinistro del bulbo oculare. Grazie al “bluetooth”, potevano connettersi con lo smartphone e consentire di vedere semplici notifiche senza usare il telefono. 

La loro più grande differenza con i concorrenti era che il prototipo Intel poteva passare attraverso normali occhiali. Tuttavia, i leader di Intel hanno deciso di non andare avanti sostenendo che le dinamiche del mercato non permettevano di investire denaro in progetti esterni.

 

iPhone SE

Apple ha presentato a settembre 2018 tre nuovi smartphone, iPhone XS, iPhone Xs Plus e iPhone XR, annunciando allo stesso tempo di aver smesso di vendere i modelli X, SE e 6S.

La società ha lanciato l’iPhone SE nel 2016 insieme ai modelli 6s e 6s Plus. Il telefono ha guadagnato rapidamente popolarità grazie alle sue dimensioni ridotte e maneggevoli. Inoltre, il suo prezzo ha anche contribuito a raccogliere importanti dati di vendita.

 

Apple Connect

Nel 2018, la compagnia di Cupertino ha anche deciso di chiudere Connect, il suo social network musicale all’interno del servizio Apple Music, progettato in modo che gli artisti potessero essere in contatto con i loro follower. In questo social “musicale”, i musicisti possono pubblicare foto, caricare nuove canzoni e condividere messaggi con i fan.

Tuttavia, a causa della sua bassa popolarità, l’azienda ha deciso di abbandonare la piattaforma. Gli utenti di Internet hanno trovato più facile seguire i musicisti attraverso altri social network.

 

Google+

Il social network Google+ è stato lanciato nel 2011 per competere con Facebook, ma non è mai riuscito a materializzarsi. Il successo di altri social network come Facebook stesso, Twitter e Instagram ha contribuito alla scarsa usabilità di Google+. Questo ottobre, Google ha annunciato la sua chiusura dopo aver riconosciuto il fallimento di sicurezza che ha esposto 500.000 account.

 

Musical.ly

Musical.ly era un social network lanciato nel 2014 in cui gli utenti potevano creare brevi video, scegliere le tracce audio per accompagnarli e fare trasmissioni dal vivo. Nel maggio del 2017, ha accumulato più di 200 milioni di utenti.

Nel 2017, la società cinese Bytedance Technology Co. ha acquisito l’applicazione e, successivamente, l’ha integrata in uno dei suoi prodotti, il social network Tik Tok. Dalla fusione, il numero di utenti di questa rete è aumentato considerevolmente.

 

Theranos

La giovane imprenditrice Elizabeth Holmes fondò la società Theranos nel 2003, che sviluppò e propose una nuova tecnologia che avrebbe rivoluzionato le analisi del sangue. In base a questo, sono bastate poche gocce per ottenere gli stessi risultati di un esame del sangue tradizionale con una siringa e un ago grande.

Le promesse della Holmes hanno aiutato la sua azienda ad attirare grandi investimenti, che nel 2014 hanno raggiunto una capitalizzazione di 9 miliardi di dollari. Tuttavia, dopo aver fallito nel soddisfare le aspettative create, la Securities and Exchange Commission ha citato in giudizio Holmes e Theranos per frode ingente. Ora, l’imprenditrice deve pagare 500.000 dollari di multa e le sarà vietato dirigere un’azienda nei prossimi dieci anni. Il 5 settembre 2018, la società ha annunciato il suo scioglimento.