Se qualcuno vi ha mostrato una foto di Boriska Kipriyanovich, l’unica cosa che potresti dire su di lui è che “sembrava un bambino normale“. Ma c’è qualcosa di molto più profondo dietro la sua pettinatura da ritorno al passato.

Il giovane russo, che ora ha 21 anni, ha imparato a parlare a pochi mesi dalla nascita e apparentemente ha imparato a leggere e scrivere all’età di due anni. Non solo, ma come tutti sanno è un marziano rinato sulla Terra. La sua precedente vita su Marte è stata interrotta dopo che una guerra ha annientato tutta la vita sul pianeta migliaia di anni fa. E, a quanto pare, è qui per impedire che questo accada sulla Terra. Lui stesso affermò: “No, non ho paura della morte, perché viviamo eternamente. C’è stata una catastrofe su Marte che ho vissuto. Persone come noi vivono ancora lì. C’era una guerra nucleare tra di loro. Tutto bruciato. Solo alcuni di loro sono sopravvissuti. Hanno costruito rifugi e creato nuove armi“.

Qui viene intervistato nel 2008:

Boriska ha detto di aver viaggiato verso la Terra da Marte, dove ha stabilito connessioni con gli antichi egizi. Come prova, afferma che la vita sulla Terra cambierà drasticamente quando la Grande Sfinge di Giza sarà “sbloccata” dietro l’orecchio.

Boriska fece scalpore alcuni anni fa. Attualmente vive a Volgograd, in Russia.

 

Progetto Camelot

E’ sempre lui a sostenere che i marziani non invecchiano oltre i 35 anni e sono immortali. Strano, quindi, che la loro civiltà sia stata spazzata via. Molto alti, e respirando anidride carbonica, i marziani sopravvissuti ora vivono sotto la superficie.

Sua madre lo crede. Sostiene che Boriska sia stato in grado di fare molte delle cose inconsuete per la sua età. “Nessuno gli ha mai insegnato. A volte si sedeva nella posizione del loto e iniziava a raccontarci fatti dettagliati su Marte, i sistemi planetari e altre civiltà, cosa che lo ha davvero sconcertato”, racconta. 

Boriska dice che i marziani sono capaci di fare viaggiare interstellari.

Ha aggiunto:

Ricordo quella volta, quando avevo 14 o 15 anni. I marziani stavano sempre conducendo guerre per cui dovevo spesso partecipare a incursioni aeree con un mio amico. Potremmo viaggiare nel tempo e nello spazio volando in astronavi rotonde, ma osserveremmo la vita sulla Terra su aerei triangolari. Le astronavi marziane sono molto complicate. Sono stratificati e possono volare in tutto l’universo“.

I ricercatori hanno descritto Boriska come estremamente timido, con un QI superiore alla media. Gennady Belimov, professore universitario nella regione di Volgograd in Russia, apparentemente ha conosciuto Boris, all’età di appena sette anni, confermando di come sia in grado di “stupire un pubblico adulto“.

Il team di Project Camelot afferma di averli tenuti incantati per un’ora e mezza mentre raccontava storie di vite passate su Marte e Lemuria, e avvertito delle catastrofi che avrebbero colpito la Terra nel 2009 e nel 2013.

L’8 ottobre 2008, Project Camelot ha intervistato Boris insieme a sua madre, Nadya, vicino a Mosca, dove aveva portato il figlio a frequentare una scuola speciale per bambini dotati. Nadya e Boris vivevano in un piccolo appartamento con una camera da letto quando suo padre “era assente“.