Sacra-pietra-Omphalos

Il famoso Omphalos è considerato il centro dell’Universo per gli antichi greci di Delfi, in Grecia. La sacra pietra di Omphalos, l’ombelico del mondo e il comunicatore degli dei, è un potente artefatto simbolico fatto con la pietra. Considerato “l’ombelico del mondo”, il punto centrale da cui ebbe origine la vita terrestre, un omphalos era un oggetto del simbolismo religioso ellenico che si credeva consentisse la comunicazione diretta con gli dei.

 

Mitologia

Nella mitologia greca, si dice che il titano Cronos divorò i suoi figli appena nati, a causa della profezia di sua madre che sarebbe stato rovesciato dai suoi stessi figli. Anche se Cronos è riuscito a divorare i suoi primi cinque figli, sua moglie, Rhea, ha cercato l’aiuto di Gaia per ideare un piano per salvare il sesto figlio, Zeus.

Sebbene la pietra omphalos di Delfi sia la più famosa del suo genere, non è di gran lunga l’unica. Un altro omphalos associato ad Apollo e alla divinazione è l’omphalos che si trova a Kerameikos, a nord-ovest dell’acropoli di Atene.

Nel 2012, gli archeologi stavano pulendo la pietra quando scoprirono che si trattava in realtà di un coperchio che copriva un pozzo. La pietra era montata su una lastra di marmo. Dopo averla spostata, gli archeologi scoprirono che le pareti del pozzo erano ricoperte da 20 ripetizioni della stessa antica iscrizione greca: “ΕΛΘΕ ΜΟΙ Ω ΠΑΙΑΝ ΦΕΡΩΝ ΤΟ ΜΑΝΤEΙΟΝ ΑΛΗΘΕΣ” (“Vieni da me, O Paean, e porta con te il vero oracolo”). Paean qui si riferisce ad Apollo. 

Le pietre di Omphalos sono state trovate anche in siti come Tebe e Karnak in Egitto e negli edifici della cultura Vinca nell’Europa sud-orientale. Eppure, queste pietre probabilmente funzionavano in modo diverso dalla pietra omphalos delfica. Ad esempio, molti edifici della cultura Vinca contenevano una pietra omphalos, a indicare che potevano avere un significato rituale per la gente di quella cultura antica.

tempio-apollo