astronomia cielo 2019

Il 2019 riserverà affascinanti sorprese per gli appassionati di astronomia, con un cielo ricco di eventi, di cui 4 davvero imperdibili. Il più atteso sarà il transito di Mercurio, che passerà davanti al Sole l’11 Novembre, A dare spettacolo sarà anche la Luna, con ben due eclissi, di cui una in coincidenza di una superluna. Ad implementare lo spettacolo delle notti del 2019, avremo anche Saturno e le Stelle Cadenti.

Paolo Volpini, dell’Unione Astrofili Italiani (UAI), ha affermato che il “2019 si preannuncia interessante e ricco di appuntamenti molto particolari”. L’evento più raro e atteso è sicuramente il transito di Mercurio, che sarà visibile come un puntino nero che scorre davanti al grande disco solare, l’11 novembre. Un evento straordinario che si ripeterà nel 2032. Per osservarlo avremo bisogno di un telescopio dotato di filtri, così da proteggere la vista dai raggi solari.

In Italia potremo osservare questo affascinante spettacolo astronomico, già dalle prime ore del pomeriggio, ma perderemo gli ultimi momenti del passaggio, poiché il sole tramonterà prima che il transito sia del tutto concluso.

Le eclissi di luna saranno invece più semplici da osservare e altrettanto spettacolari, soprattutto la prima. Quella del 21 Gennaio infatti, anche se sarà all’alba e ci farà alzare presto, coinciderà anche con la superluna di Gennaio, avremo quindi una superluna di sangue.

Mentre il 16 Luglio, nella serata, ci sarà un eclissi parziale di Luna. Il nostro Satellite sarà oscurato per i suoi 2/3.

 

La luna protagonista dell’astronomia del 2019

Il 2019 sarà veramente l’anno della Luna, dodici mesi in cui si renderà assolutamente protagonista. La Luna piena infatti abbaglierà il cielo notturno in concomitanza con altri eventi astronomici, che saranno resi meno visibili dalla luminosità del satellite. Il primo degli eventi abbagliati dalla luna sarà la possibilità di vedere Saturno, il 2 Febbraio. Ma non c’è problema, il lontanissimo pianeta si mostrerà di nuovo il 9 Luglio, quando si troverà alla minima distanza dalla Terra.

Anche il famoso sciame delle Perseidi, le stelle cadenti della notte di S. Lorenzo, saranno rese meno visibili dalla Luna quasi piena nei giorni dall?11 al 13 Agosto, quando si avrà il picco massimo delle Perseidi. Il nostro Satellite ci lascerà la possibilità di osservarle ed esprimere i nostri desideri soltanto sul finire della notte. Meglio andare a dormire quindi e svegliarsi prima dell’alba!

Non potremo rifarci nemmeno con le Geminidi di Dicembre, anch’esse saranno cancellate dalla Luna che vuole essere l’unica protagonista degli eventi di quest’anno.

Per non farci sentire la mancanza delle stelle cadenti, il cielo del 2019 ci offrirà altri spettacoli. Giove sarà infatti in congiunzione con Venere in ben due occasioni, il 22 Gennaio ed il 24 Novembre. Inoltre il gigante gassoso del nostro sistema solare sarà bene visibile in opposizione il 10 Giugno.