Le intolleranze alimentari non sono la stessa cosa delle allergie alimentari, ma sembra che molte persone scambino l’una con l’altra.

Uno studio pubblicato il 4 gennaio sulla rivista JAMA Network Open ha rilevato che circa la metà degli adulti statunitensi pensano di avere un’allergia alimentare. Tuttavia, dicono gli autori, quelle persone che pensano di essere allergiche potrebbero avere sintomi di intolleranza alimentare, una reazione che potrebbe produrre sintomi simili ma meno pericolosi.

C’è una semplice suddivisione delle differenze tra i due. L’intolleranza è quando qualcuno ha difficoltà a digerire un alimento. L’intolleranza alimentare coinvolge il sistema digestivo. Si verifica quando qualcuno ha difficoltà a digerire un certo cibo, portando a sintomi come gas, dolori addominali e diarrea, secondo l’American Academy of Allergy Asthma & Immunology (AAAAI).

L’intolleranza alimentare, non è un’allergia pericolosa per la vita, ma non influisce sulla qualità della vita“, ha dichiarato la dott.ssa Michelle Hernandez, professoressa associata di pediatria presso l’Università della Carolina del Nord a Chapel Hill. In un video esplicatore pubblicato dall’AAAAI nel 2018.

L’intolleranza alimentare può avere diverse cause, lo specialista in allergia Dr. James T C Li ha scritto in un post su Mayo Clinic dal titolo Sindrome dell’intestino irritabile.

Altri possono essere sensibili agli additivi alimentari come i solfiti, che sono usati per conservare frutta secca e vino. Può anche accadere quando qualcuno rompe determinati alimenti.

Ad esempio, le persone che sono intolleranti al lattosio sono carenti dell’enzima lattasi, che hanno bisogno di scomporre il lattosio, uno zucchero naturale presente nel latte vaccino.

 

Allergie alimentari e intolleranze alimentari differenze

Nelle allergie alimentari, il sistema immunitario del corpo reagisce in modo eccessivo a un cibo. Quando qualcuno mangia un cibo a cui sono allergici, il loro sistema immunitario reagisce in modo eccessivo a una proteina specifica in quel cibo, spiega l’AAAAI. Uova, pesce, molluschi, arachidi, noci, grano, soia e latte vaccino rappresentano la maggioranza delle reazioni allergiche.

In alcuni casi, le allergie alimentari causano anafilassi, una reazione grave segnalata da oppressione alla gola o al torace, respiro affannoso, difficoltà a respirare e formicolio alle mani, ai piedi, alle labbra o al cuoio capelluto. Se non viene trattato immediatamente con un’iniezione di adrenalina, può essere fatale.

Le intolleranze e le allergie possono condividere alcuni sintomi gastrointestinali. Ma a differenza delle intolleranze, le allergie alimentari possono essere pericolose per la vita, anche se la persona allergica consuma una quantità microscopica del cibo, la tocca o addirittura la respira.

Alcuni allergeni alimentari possono viaggiare nell’aria e causare reazioni quando inalato. allergologo se pensi di avere un’allergia alimentare L’AAAAI raccomanda di vedere un allergologo se pensi di avere un’allergia alimentare o se stai evitando certi cibi perché pensi di essere allergico a loro.

I medici possono diagnosticare le allergie alimentari analizzando il tuo la storia medica e l’utilizzo di alcuni test, come un test della pelle, un esame del sangue, o una sfida alimentare, in cui un alimento viene consumato in un ambiente medico per vedere se provoca una reazione.

Se pensi che potresti avere un’intolleranza alimentare, la cosa migliore da fare è chiedere aiuto a un medico o un dietologo, piuttosto che cercare test non provati che pretendono di individuare intolleranza alimentare.