google assistant traduttore

Al CES 2019 di Las Vegas, è stata svelata una nuova funzione per Google Assistant, che sarò davvero utile per coloro che viaggiano spesso all’estero o per chi lavora nel turismo.

Il colosso di Mountain View ha infatti annunciato, durante la fiera, che il suo assistente vocale potrà fungere da interprete in tempo reale durante le conversazioni.

Potremo quindi dire addio ad ulteriori devices di traduzione ed ai vocabolari. Non dovremo neanche più assicurarci che nelle strutture dove alloggeremo, parlino una lingua che conosciamo. Ci penserà infatti Google Assistant a farci da interprete.

 

Come funziona l’interprete Google Assistant

Per attivare la funzione, una volta che abbiamo attivato l’assistente vocale, basterà dire frasi del tipo “Hei Google, aiutami a parlare in …”, oppure “Hei Google, puoi essere il mio interprete in …”, e dire di seguito la lingua in cui ci interessa la traduzione simultanea.

In questo modo si attiverà la funzione che ci permetterà di poter capire il nostro interlocutore e che tradurrà anche visivamente le informazioni.

Potremo quindi conversare tranquillamente in molte lingue, a farci da interprete sarà Google Assistant, tramite il nostro smartphone o tablet, o tramite Google Home o qualsiasi altro dispositivo integrato con esso.

Sicuramente la conversazione sarà un pochino più lunga del solito, bisognerà infatti lasciargli il tempo di tradurre, ma potremo parlare con persone di paesi di cui non conosciamo la lingua.

 

Supporta ben 27 lingue in 80 paesi nel mondo

Questa funzione per il momento è disponibile solo negli Stati Uniti, e funziona solo se la lingua base impostata è l’inglese. Supporta ben 27 lingue e sui devices con smart display mostrerà anche la traduzione scritta.

Google ha dichiarato che questa tecnologia può rivelarsi molto utile in quanto “può essere utilizzata anche oltre all’ambiente domestico. Ad esempio può fungere da interprete presso la reception di un hotel o può aiutare a capire l’orario degli autobus quando si viaggia all’estero e non si parla la lingua locale”.

Presto la funzione interprete di Google Assistant sarà disponibile in oltre 80 paesi nel mondo, ed entro fine Gennaio, potrebbe raggiungere circa mille milioni di dispositivi in tutto il mondo.